Ad Antey Saint Andrè, in Valle d'Aosta, è avvenuta una terribile sciagura: una giovane ragazza di 21 anni, Mihaela Cheli, originaria di Chiavari, in provincia di Genova, è morta lanciandosi dal terzo piano di un palazzo per cercare di fuggire ad un incendio che era scoppiato improvvisamente. La ragazza si trovava in vacanza insieme al fidanzato di 24 anni ed un suo amico di 22. Sul posto dell'accaduto sono intervenuti prontamente i soccorsi i vigili del fuoco con l'aiuto di un'autoscala e un'autopompa.

I dettagli della vicenda

La tremenda disgrazia è avvenuta tra la notte di venerdì 22 febbraio e sabato 23.

Sembra che Mihaela Cheli si trovasse ad Antey Saint Andrè insieme al fidanzato ed un suo amico, per trascorrere qualche giorno di vacanza. Nel momento in cui la coppia si è resa conto di quello che stava accadendo, le fiamme avevano ormai invaso la mansarda dove stavano dormendo. Per cercare di fuggire dalle fiamme la coppia avrebbe pensato di saltare dalla finestra del terzo piano dell'abitazione, che si trova a circa dieci metri di altezza dalla strada.

Nella schianto la ragazza ha battuto violentemente la testa, mentre il fidanzato è riuscito ad attutire la caduta grazie ad un balcone sottostante. L'altro ragazzo che si trovava con loro nell'appartamento è riuscito a scendere dalle scale e ha riportato un'intossicazione da fumo; in seguito è stato portato nel centro specializzato di Fara Novarese e messo in camera iperbarica.

Sul posto si sono recati immediatamente i soccorsi che hanno trasportato Mihaela d'urgenza all'ospedale di Aosta, dove i medici hanno riscontrato un grave politrauma, che purtroppo non le ha lasciato scampo ed è morta nelle scorse ore. Il giovane fidanzato, invece, sembrerebbe esser stato dimesso già ieri nel tardo pomeriggio, poiché la caduta non gli avrebbe causato gravi traumi.

Le indagini degli inquirenti

Dalle prime ricostruzioni degli inquirenti si ipotizza un guasto all'impianto elettrico o a quello del gas dell'appartamento dove soggiornavano i ragazzi. L'incendio sembrerebbe essere iniziato in soggiorno e si esclude che sia partito dalla canna fumaria o dal camino. I carabinieri indagano cercando anche eventuali testimonianze dei vicini.

Nelle prossime ore o al massimo nei prossimi giorni si chiariranno meglio le cause e la vera dinamica della triste sciagura, che da poco ha colpito la famiglia della giovane ragazza.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!