Una terribile tragedia si è verificata ieri sera a Tagliuno, nel bergamasco, dove un 70enne, Luigi Giorgi, stava riparando l'auto della figlia, che era a bordo della vettura. Non è ancora chiaro cosa sia successo, ma all'improvviso la vettura ha travolto e investito l'uomo. Per lui purtroppo non c'è stato nulla da fare, troppo gravi le ferite e le lesioni riportate durante l'impatto con il veicolo. La figlia è rimasta letteralmente sotto choc, il dramma si è consumato proprio sotto i suoi occhi.

Pubblicità

Sul posto, nei momenti successivi al fatto di cronaca, sono intervenuti i Carabinieri per effettuare i rilievi del caso. I sanitari, giunti a bordo di due ambulanze e di un'automedica dell'Areu, hanno disperatamente cercato di salvare la vita all'uomo.

Tragica fatalità

Nessuno si aspettava che quella che doveva essere una banale operazione di riparo del veicolo si potesse trasformare in un assurdo dramma che ha sconvolto tutta la comunità. Al momento pare che si sia trattato proprio di una tragica fatalità, anche se comunque gli inquirenti stanno indagando a fondo per ricostruire esattamente la dinamica dei fatti.

Non ci sono tantissime informazioni sul caso. Il luogo in cui è avvenuto l'incidente si trova in via Rossini, precisamente è una traversa di via Roma, sulla strada provinciale che collega la cittadina bergamasca a Sarnico. Secondo quanto riferisce la testata giornalistica locale, Eco di Bergamo, sulle sue pagine on-line, Giorgi era un meccanico esperto, e proprio per la sua professione ieri stava riparando l'auto di sua figlia. Non appena il veicolo gli è piombato addosso l'uomo è deceduto. Un impatto violento, che ha praticamente stroncato il 70enne sul colpo.

Pubblicità

Per motivi di privacy le generalità della figlia non sono state diffuse, questo in modo da proteggere sia lei che la famiglia, straziata dal dolore per la perdita improvvisa del loro congiunto.

L'uomo era in pensione

Sempre secondo quanto riportato dalla stampa locale, Luigi Giorgi era ormai in pensione. Come detto, nella sua vita è stato un meccanico piuttosto esperto. Non è il primo caso del genere che capita nel nostro Paese. Nel settembre scorso ad esempio, una donna di 85 anni, Maria Addolorata Pesimena, rimase uccisa a San Pietro Vernotico, nel brindisino, travolta dall'auto del marito, ancora una volta accidentalmente.

Il dramma si consumò vicino l'abitazione di famiglia, l'uomo non si accorse che dietro la vettura c'era la moglie, che restò incastrata sotto la macchina. L'episodio sconvolse la cittadina.