Un episodio davvero curioso si è verificato a San Giuseppe Vesuviano, nel napoletano, dove un 40enne di nazionalità polacca residente da anni a Boscoreale, fuggito dalla sua abitazione dove era detenuto agli arresti domiciliari, è stato ritrovato in preda ai fumi dell'alcool in un vecchio casolare di campagna. Agli agenti, che lo hanno raggiunto dopo diversi giorni di ricerche, il soggetto ha spiegato di essere l'ex attaccante del Milan, Andrej Shevckenko. Ovviamente gli agenti conoscevano benissimo il soggetto, che quindi è stato prelevato e condotto in carcere con l'accusa di evasione dai domiciliari e anche per aver fornito false generalità.

Non ha tentato la fuga

Alla vista dei militari pare che il soggetto non abbia tentato di fuggire, ma ha quindi studiato uno stratagemma per potersi sottrarre in qualche modo all'arresto. La sua idea, consisteva quindi nel fingersi proprio il calciatore ex rossonero, Shevchenko appunto. Per cui ha fornito queste generalità ai Carabinieri di Boscoreale, che lo stavano cercando disperatamente. L'uomo, inoltre, era ai domiciliari perché sarebbe il responsabile di alcuni furti relativi a pannelli fotovoltaici, e per questo stava scontando la sua pena in casa sua. Non si conosce il reale motivo per cui l'indagato è voluto fuggire, peggiorando in questo modo, di fatto, la sua posizione giudiziaria. La vicenda ha ovviamente destato la curiosità degli abitanti del posto, e in breve tempo è diventata virale anche sul web.

Non capita infatti tutti i giorni che un soggetto detenuto agli arresti evada, per poi presentarsi come un famoso calciatore, che ha fatto la storia dei "Diavoli Rossi".

Un gesto che gli è costato molto caro

Evadere dagli arresti è un reato gravissimo secondo la legge italiana, ma non solo, così come lo è fornire false generalità.

I Carabinieri stanno comunque cercando di capire il motivo per il quale l'uomo si sia allontanato da casa, di lui, secondo quanto riferisce la testata giornalistica on-line, Leggo, non si avevano tracce da circa una settimana. Alla fine, fortunatamente, come su detto, l'evaso è stato rintracciato. Visto il comportamento dell'uomo, agli agenti non è restato altro che condurlo direttamente nella casa circondariale.

Non è ovviamente il primo episodio del genere in tema di evasione che capita nel nostro Paese. Sicuramente nei prossimi giorni potranno esserci ulteriori aggiornamenti su questa vicenda.