Un bruttissimo episodio si è verificato a Conversano, nel barese, dove un uomo di 40 anni, al culmine dell'ennesima lite con la compagna per i loro problemi economici, ha tentato di uccidere il loro bambino di soli 4 mesi. Tempestivo è stato l'intervento dei carabinieri della locale stazione, che sono stati allertati da alcuni vicini che hanno assistito a tutta la scena. Infatti, secondo quanto riporta la stampa locale, l'uomo, noto per piccoli precedenti penali legati al gioco d'azzardo, dopo aver picchiato e insultato la donna, le avrebbe strappato il bambino, portandolo giù in strada. In mano l'uomo aveva un coltello, con il quale minacciava di uccidere il piccolo.

I due convivevano

Per dovere di cronaca e completezza di informazione, si precisa che la coppia non è sposata, ma i due convivevano. Lei è una 33enne di origini marocchine. Chi si è trovato ad assistere alla scena ha chiamato subito il 112, come detto in precedenza, e i militari sono arrivati nell'immediatezza dei fatti, cogliendo il soggetto sul fatto. A questo punto, una volta arrivati sul posto, gli agenti hanno constatato la gravissima situazione, e per prima cosa hanno cercato di calmare l'uomo, che era in preda ad una furia cieca.

La situazione poteva degenerare da un momento all'altro. I carabinieri hanno agito con prudenza, ma nello stesso tempo sono stati abbastanza scaltri: uno di loro ha disarmato l'uomo, che in mano aveva ancora l'oggetto contundente, mentre l'altro collega ha preso il bimbo, mettendolo al sicuro. Il 40enne, secondo quanto riferisce la Gazzetta del Mezzogiorno, stava ormai stringendo le mani intorno al collo del bimbo, ben deciso a portare a termine, anche davanti alle Forze dell'Ordine, il suo proposito omicida.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

L'uomo è stato ammanettato e condotto agli arresti domiciliari, e quindi allontanato sia dalla donna che dal bimbo. Le accuse nei suoi confronti sono gravissime: tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere.

Madre e figlio sono salvi e fuori pericolo

La 33enne e il bimbo sono stati trasferiti al Policlinico di Bari per le cure e gli accertamenti del caso. Entrambi non sono in pericolo di vita.

La donna sicuramente non potrà ma dimenticare quello che ha vissuto, ma l'incubo fortunatamente è finito. Certo, se i passanti non avessero avvisato tempestivamente i militari, il fatto di cronaca in questione poteva sicuramente trasformarsi in tragedia. Sul caso comunque continueranno ad indagare i carabinieri. La vicenda ha fatto in breve tempo il giro della cittadina barese, Conversano appunto, destando apprensione e sconcerto tra gli abitanti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto