Quella che arriva dalla provincia di Monza - Brianza è una vicenda davvero particolare, che in pochissimo tempo ha cominciato a spopolare sui social. Infatti, un padre lombardo, di nome Salvatore, ha pubblicato su un gruppo Facebook un annuncio assai singolare, il quale recita nella maniera seguente: "Cerco Lavoro di fatica per mio figlio bocciato a Scuola, anche 1 euro l'ora". L'uomo ha precisato che questa iniziativa deriva dal fatto che il figlio, il quale non ha superato l'anno scolastico, deve imparare a capire che cosa vuol dire essere responsabili ed impegnarsi nella vita. Un annuncio abbastanza singolare, nel quale si specifica anche che il guadagno che percepirà il figlio ai genitori non interessa.

Pubblicità
Pubblicità

Lavoro per punizione

Insomma quella messa in atto dall'uomo sarebbe soltanto una 'punizione', piuttosto esemplare, in quanto la delusione di vedere suo figlio bocciato è davvero tanta. Salvatore si dice pronto anche a barattare con l'eventuale datore di lavoro del figlio: ad esempio, se fosse un ristorante ad assumere il ragazzino, i genitori potrebbero andare a mangiare proprio dove egli verrà assunto.

Pubblicità

Il papà del 16enne si è anche informato circa eventuali sanzioni legali, in quanto sta facendo andare a lavorare un minore, e ha dichiarato esplicitamente sul post pubblicato che con il consenso dei genitori questo si può tranquillamente fare. Probabilmente, come riporta anche la testata giornalistica online, Leggo, la bocciatura del ragazzo è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, e quindi il padre, da buon genitore, ha deciso di dare una severa lezione al figlio. In brevissimo tempo, l'annuncio è diventato virale, ed è stato commentato e condiviso da tantissime persone.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola Curiosità

Solidarietà e ironia sui social

Nei commenti c'era chi mostrava solidarietà nei confronti del giovane, ma moltissimi genitori hanno apprezzato l'iniziativa di Salvatore. Infatti qualcuno ricorda che quanto messo in atto da questo padre di famiglia gli ricorda episodi simili accaduti durante la sua adolescenza, oppure c'è chi commenta ironicamente la decisione in questione. Uno degli internauti che ha risposto al post ha detto di essere andato a lavorare, a suo tempo, in un cantiere edile, proprio perché fu bocciato a scuola.

Salvatore ha anche specificato il tempo che il giovane dovrà lavorare: il contratto infatti dovrà durare per tutta l'estate. Insomma tre mesi di lavoro e non di vacanza, come magari il 16enne si aspettava. Su questa vicenda sicuramente ci saranno aggiornamenti nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, e non resta che vedere se alla fine i propositi di questo padre vengano effettivamente messi in atto.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto