Un incendio di grandi proporzioni ha devastato la Plaia di Catania in queste ultime ore. Il rogo si è sviluppato nel primo pomeriggio sul litorale e, alimentato dal forte vento di scirocco e da temperature che toccano i 40 gradi, si è velocemente propagato agli stabilimenti balneari vicini. Purtroppo uno dei lidi più noti della zona, l'Europa, è stato completamente avvolto dalle fiamme ed è andato completamente distrutto, così come si può ben vedere dalle immagini diffuse dai media locali e nazionali.

Pomeriggio di fuoco

Tutto è cominciato nel primo pomeriggio quando, all'improvviso, le fiamme si sono levate e un denso fumo ha coperto la zona. I soccorsi sono partiti immediatamente, ma purtroppo in pochissimo tempo l'incendio ha assunto proporzioni davvero importanti.

Sul posto si sono recate diverse squadre dei Vigili del Fuoco, che hanno lottato contro le fiamme. Proprio i pompieri hanno invitato la gente a rimanere sulla spiaggia e a non tornare per nessuna ragione a casa.

Visto che la maggior parte del litorale era interessata dal rogo, i bagnanti presenti su quel tratto di spiaggia sono stati evacuati a mezzo dei gommoni. Anche alcune strutture alberghiere della zona, così come riporta la testata giornalistica online Fan Page, sono state fatte evacuare per questioni di sicurezza.

Al momento non sono note le cause del rogo che ha distrutto la Plaia di Catania, ma i Vigili del Fuoco ipotizzano che il rogo si sarebbe sviluppato grazie ad un fenomeno chiamato "spotting": si tratta della proiezione di faville incandescenti anche a grandi distanze, prodotte dalla vegetazione che bruciava.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

L'incendio è partito infatti da alcune sterpaglie e poi si è propagato fino a lambire viale Kennedy, che è stato chiuso al traffico veicolare. Ancora un'ora fa (h. 18.00) erano attivi anche gli elicotteri dei Vigili del Fuoco, che unitamente al personale di terra, stanno lentamente riportando la situazione sotto controllo.

Quaranta bambini bloccati a lido Azzurro e nella colonia Don Bosco

Inoltre, sempre dalle fonti di informazione, si apprende che circa una quarantina di minori sono rimasti bloccati tra lido Azzurro e la colonia Don Bosco.

Tutti sono stati comunque messi in salvo. Per quanto riguarda la situazione degli intossicati le loro condizioni non sarebbero preoccupanti.

Quando le fiamme hanno cominciato a minacciare i lidi le persone si sono gettate in acqua. La gente ha visto praticamente andare a fuoco sotto ai propri occhi il lido Europa. Al momento è presto per fare una conta dei danni, ma questi sarebbero piuttosto ingenti.

Il prefetto di Catania, Claudio Sammartino, ha attivato la sala operativa per far fronte a tutte le richieste di soccorso che giungono dal comune capoluogo e dal resto della provincia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto