"Faceva troppi capricci". Questa in soldoni è stata la giustificazione che una donna americana, di 28 anni, ha fornito ai poliziotti quando hanno scoperto il figlio rinchiuso nell'auto incandescente. La madre si è detta esasperata dal comportamento ribelle del figlio, che ha voluto punire. Jessica Lee Brown ha dunque deliberatamente rinchiuso il figlioletto nel veicolo rovente, nei pressi del City Park, a Draper (Utah).

Questo dato è menzionato anche nel rapporto della Polizia americana. Nonostante le giustificazioni, per la Lee Brown si sono aperte le porte del carcere. Il suo comportamento ha seriamente messo il bimbo in pericolo di vita.

Bimbo notato da un passante

Quando Jessica Lee Brown ha deciso di rinchiudere il figlio nella sua auto la temperatura era di 27 gradi. Il veicolo era diventato un forno e il minorenne ha rischiato grosso.

Fortunatamente un passante l'ha notato ed ha subito avvertito le forze dell'ordine. Gli agenti sono arrivati tempestivamente ed hanno liberato il minorenne, che era sudato, aveva la fronte calda e gli occhi rigonfi. Nel corso dell'ispezione della macchina i poliziotti hanno trovato anche una siringa e, immediatamente, si sono messi a cercare la madre del piccolo. Una volta rintracciata, Jessica ha cercato di discolparsi asserendo che suo figlio era troppo capriccioso.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Curiosità

Una scusa che non le ha evitato la prigione. Ovviamente gli inquirenti hanno esaminato la condotta di vita della 28enne, scoprendo che assumeva eroina con una certa continuità. Il poliziotto che ha salvato il bambino americano ha dichiarato che ogni finestrino dell'auto era stato chiuso da Jessica, quindi il minore non poteva respirare. Il veicolo era spento.

Il corpo dei minori si surriscalda rapidamente

La temperatura rilevata al momento della scoperta del bambino nel veicolo era di 27 gradi, ma ovviamente quella nell'abitacolo era nettamente superiore.

In base a quanto riportato da Metro, il minorenne è stato affidato ai parenti e la madre dovrà rispondere di abusi su minore. Il ragazzino inoltre si trovava a pochi centimetri dall'ago con cui poco prima la madre si era iniettata eroina. La Brown ha ammesso di aver assunto metamfetamina. Questa storia ovviamente poteva avere un risvolto tragico. Secondo il sito del Children's Hospital di Los Angeles, ogni 10 giorni negli Usa un bimbo muore perché lasciato solo in macchina.

Il personale sanitario dell'ospedale californiano ha anche sottolineato che il corpo di un minore si surriscalda rapidamente rispetto a quello di un adulto. In alcuni Paesi, come il Regno Unito, è illegale lasciare soli bimbi in macchina se la situazione sia tale da causare loro danni alla salute o sofferenze inutili.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto