Una terribile tragedia si è verificata nelle scorse a Il Cairo, capitale dell'Egitto. Secondo quanto riporta la stampa internazionale, un'auto, lanciata a marcia indietro su altre vetture, ha provocato una potente esplosione presso l'istituto nazionale per il Cancro. La deflagrazione avrebbe provocato, stando alle prime stime, almeno 19 morti e 35 feriti che sono stati immediatamente trasportati con le ambulanze all'interno del nosocomio Nasser. L'istituto è stato evacuato immediatamente. La notizia è confermata anche dall'agenzia Mena.

Incidente vicino agli uffici amministrativi

Secondo quanto riferisce Repubblica, l'esplosione è avvenuto proprio nei pressi degli uffici amministrativi del nosocomio in questione, come detto specializzato per le cure contro il Cancro. Le vittime sarebbero semplici passanti e automobilisti che in quel momento si trovavano sul luogo del dramma. Al momento non sono ancora ben note le cause dell'incidente: in un primo momento si era ipotizzato che la tragedia fosse stata innescata dall'esplosione di una bombola d'ossigeno che si trovava all'interno dello stesso nosocomio, ma il tutto è stato poi smentito poco dopo, quando le autorità hanno proceduto a spegnere l'incendio della vettura in questione.

Sono impressionanti le immagini diffuse dai media egiziani che mostrano la stessa automobile che andava contromano completamente distrutta. Il ministero della Salute ha già organizzato una squadra di crisi per gestire l'emergenza e inviato personale specializzato per sapere se l'edificio ha subito danni di natura strutturale. Anche una banca che si trova proprio nei pressi del luogo dell'esplosione sarebbe rimasta danneggiata.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Il ministro della Salute ha visitato i feriti

Sempre dalla stampa internazionale si apprende che il ministro della Salute egiziano, Hala Zayed, ha visitato personalmente i feriti, assicurandosi così delle loro condizioni. Ai sanitari ha detto di prestare loro tutte le cure che sono necessarie. Il pm Nabil Ahmed Sadeq ha aperto un'inchiesta su questa tremenda tragedia che ha sconvolto davvero tutto il Paese.

Una squadra investigativa quindi, cercherà di fare chiarezza sull'accaduto. A domare il rogo ci hanno pensato i Vigili del Fuoco, l'area è stata quindi transennata e messa in sicurezza in modo da permettere agli inquirenti di svolgere tutti i rilievi del caso. Proprio dopo questi ultimi si potranno conoscere ulteriori particolari sulla vicenda. Si spera che il bilancio delle vittime non si aggravi ulteriormente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto