Una terribile tragedia si è verificata ieri, 5 agosto, a Les Deux Alpes, una località montana che si trova in Francia. Secondo quanto riporta la stampa locale e nazionale, un ragazzo di 32 anni, Philipp Peintner, originario di Tesido, in provincia di Bolzano, è precipitato, per cause ancora tutte da accertare, mentre faceva parapendio. L'uomo si era lanciato da una montagna della zona, ma poi, all'improvviso, qualcosa sarebbe andato storto, e per questo è andato a schiantarsi contro una parete rocciosa: purtroppo non ce l'ha fatta ed è morto sul colpo.

Esperto parapendista

Secondo quanto riferisce la testata giornalistica online Leggo, Philipp era un esperto parapendista, e pare che mai prima d'ora avesse avuto incidente gravi. Il parapendio è, così come il paracadutismo, uno sport estremo. Si tratta del mezzo di volo più libero e semplice esistente. Solitamente chi pratica questo sport si lancia da un pendio alto e sufficientemente inclinato, posizione questa che permette alla vela di aprirsi.

Se l'inclinazione del pendio è minore di quella della traiettoria di volo non è possibile staccarsi da terra. Che cosa sia successo ieri a Les Deux Alpes, al momento non è ancora chiaro. Subito dopo il dramma sul posto sono intervenute le squadre di soccorso. I sanitari purtroppo non hanno potuto far altro che constatare il decesso della vittima. Sul caso comunque stanno indagando le Forze dell'Ordine d'Oltralpe, che vogliono vederci chiaro sulle cause che hanno portato il 32enne pusterese a perdere la vita in maniera così tragica. Anche il sindaco della stessa Tesido, Albin Schwingshackl, ha confermato all'agenzia Ansa la disgrazia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Un giovane molto conosciuto

Peintner, oltre ad essere uno sportivo eccellente, era anche molto conosciuto nel suo paese altoatesino: lavorava infatti come massaggiatore nel centro benessere di una nota struttura ricettiva della Val Pusteria. In questi giorni l'uomo stava trascorrendo un periodo di vacanza insieme ad alcuni amici, i quali hanno assistito al dramma. Dopo aver colpito la durissima parete di roccia, la vittima è caduta di sotto, dove poi è stata recuperata dai soccorsi.

Sicuramente nelle prossime ore ci saranno ulteriori aggiornamenti su questo assurdo fatto di cronaca, che ha sconvolto i famigliari e gli abitanti della piccola Tesido. L'incidente francese accade inoltre a circa un giorno di distanza da quanto si è verificato domenica scorsa in Basilicata, precisamente a Lavello, nel potentino, dove un paracadutista pugliese di 45 anni ha perso la vita. In quell'occasione la vela ebbe dei problemi durante la discesa, e per questo non si aprì.

Lo schianto al suolo, purtroppo, fu inevitabile. L'uomo si era lanciato da un aereo ad un'altezza di circa 1.500 metri.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto