Alle Isole Canarie, e precisamente nella più grande dell'arcipelago, Gran Canaria, non c'è pace. In questi giorni la zona infatti è stata devastata da alcuni grossi incendi, due per la precisione, che hanno distrutto già circa 3.200 ettari di vegetazione, con danni incalcolabili anche alla fauna selvatica e non solo. La scorsa settimana un rogo divampato per cause accidentali, forse dovuto ad alcuni lavori di saldatura, distrusse ben 1.500 ettari di flora.

Questa volta l'incendio si è sviluppato presso la cittadina di Valleseco, e si è diviso in due direzioni. Per le operazioni di spegnimento sono impegnati circa 600 uomini, tra Vigili del Fuoco, Protezione Civile e comuni volontari.

La situazione è resa difficile dalle alte temperature che si stanno registrando sull'isola, che secondo quanto riferisce TgCom24 stanno sfiorando i 40 gradi. L'umidità sarebbe assente.

Il presidente Torres: 'Danno ambientale già avvenuto'

Il presidente delle Isole Canarie, Angel Victor Torres, ha dichiarato che ormai il danno ambientale sarebbe già avvenuto, e che le autorità spagnole stanno cercando di mettere al sicuro soprattutto la popolazione dei villaggi che si trovano vicino alle zone dell'incendio. Quaranta paesini, per un totale di quasi 5.000 abitanti, secondo le ultime stime, sarebbero stati già evacuati, in particolar modo quelli che si trovano proprio vicino Valleseco.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

La popolazione locale è in apprensione per questa situazione di emergenza straordinaria.

Secondo quanto riferisce la pagina Facebook di Leggo GranCanaria, centinaia di capi di bestiame, tra cui bovini, capre, pecore e maiali, sarebbero stati lasciati liberi in modo che possano trovare da soli un rifugio. Se questi ultimi rimanessero nei recinti ci sarebbe infatti il serio rischio che possano essere divorati dalle fiamme. Gli abitanti del posto non sanno ancora se riusciranno a tornare nelle loro case quando l'emergenza sarà terminata.

Situazione gravissima

Al momento la situazione nell'isola di Gran Canaria resta abbastanza grave. Come detto, i danni sarebbero già tantissimi.

Ed è di queste ore un'altra brutta notizia, che si apprende sempre dalle pagine social ufficiali di Leggo GranCanaria. Pare, infatti, che un altro rogo si sia sviluppato nella giornata di ieri nella zona di El Bosquecillo, situata nel comune di Haría. In quest'ultimo caso per spegnere il rogo sono intervenuti due camion del Consorzio di Emergenza, insieme a personale della Protezione Civile e della Polizia Locale.

Anche il sindaco di Haría, Alfredo Villalba, si è recato in zona per verificare la gravità della situazione. Sicuramente nelle prossime ore ci saranno ulteriori aggiornamenti su quanto sta succedendo nell'arcipelago spagnolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto