Dulce Maria Alavez, 5 anni, è scomparsa da ormai sei lunghi giorni. La bimba, lunedì pomeriggio, stava giocando in un parco della città di Bridgeton (nella Contea di Cumberland, nel New Jersey), quando un uomo le si è avvicinato e l'ha costretta a seguirlo a bordo del suo furgone van rosso. Le indagini sono iniziate subito e stanno continuando senza sosta. L'FBI, in accordo con le autorità locali, ha deciso di alzare a 35,000 dollari la ricompensa per chiunque fornisca informazioni importanti sulla ragazzina.

La scomparsa di Dulce

Sono giorni di ansia ed apprensione per la famiglia di Dulce Maria Alavez. La bimba, lunedì pomeriggio, è uscita per prendere un gelato in compagnia della mamma Noema Alavez, 19 anni, del fratellino e del cuginetto. Prima di ritornare a casa, i quattro, si sono fermati al Bridgeton City Park (non lontano dal Cohanzick Zoo). Poco dopo le 16, Noema, ha lasciato soli per qualche minuto i figlioletti.

Come ha raccontato agli investigatori, infatti, la donna con il nipote di 8 anni ha raggiunto la loro automobile, parcheggiata a circa 30 metri di distanza. Quando è ritornata in prossimità delle altalene, però, ha trovato solo il figlioletto più piccolo, in lacrime, sul prato.

In un primo momento, la giovane, ha pensato che la bambina si fosse allontanata per giocare a nascondino, ma presto si è resa conto della gravità della situazione e, disperata, si è messa a cercare Dulce in ogni angolo del parco.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Non riuscendo a trovarla, ha quindi chiamato i familiari e ha contattato la polizia per la denuncia di scomparsa.

L'Amber alert e la ricompensa

Le ricerche - che stano impegnando anche elicotteri e squadre speciali - sono subito iniziate.

All'alba di mercoledì, le autorità del New Jersey, dopo aver interrogato la giovane madre e sentito tutte le persone presenti nel parco il giorno della scomparsa, hanno deciso di diramare un Amber alert, lo specifico protocollo di sistema nazionale che viene attivato, dal 2002, negli States in caso di rapimento - o sospetto rapimento - di minore. Il termine Amber non fa riferimento al colore ambrato, ma è l'acronimo di America's Missing: Broadcast Emergency Response; quando viene diffusa quest'allerta - volta coinvolgere tutta la popolazione - si avvia un'azione sinergica e coordinata tra forze dell'ordine, istituzioni, operatori di telefonia mobile, tv e gestori dei sistemi di segnaletica stradale elettronica.

Michael Gaimari, capo della polizia di Bridgeton e responsabile dell'indagine, in conferenza stampa ha spiegato che la piccola Dulce potrebbe essere stata rapita da un giovane uomo dalla carnagione chiara, forse di etnia ispanica. Il sospettato, alto tra il metro e 70 ed il metro e 80, ha un fisico asciutto e il viso segnato dall'acne. Secondo le testimonianze raccolte nei giorni scorsi, lunedì, indossava delle sneakers arancioni, una camicia nera e pantaloni rossi.

Galmari, spiegando che questa è solo una pista e che le indagini proseguono a 360 gradi (anche se, finora, non si sono raccolti ulteriori elementi), ha rinnovato l'invito a collaborare ricordando che per chiunque offrirà informazioni utili ci sarà una ricompensa di 35.000 dollari (inizialmente era di 20.000 dollari). L'Fbi, l'ufficio della procura e l'associazione dei poliziotti dello Stato del New Jersey (New Jersey State Policemen's Benevolent Association) hanno contribuito offrendo 5.000 dollari ciascuno, mentre la Tortilleria El Paisano e la Newfield National Bank hanno messo a disposizione i restanti 20.000 dollari.

In un primo momento, si era diffusa la notizia che anche Noema Alavez fosse indagata, ma gli inquirenti hanno smentito le voci, precisando che la donna si sta mostrando molto collaborativa.

La nonna di Dulce, giovedì, aiutata da un'interprete, ha voluto lanciare un accorato appello, chiedendo a tutti coloro che sappiano qualcosa di aiutarli: "Non potete immaginare quello che stiamo passando, non riusciamo più né a mangiare né a dormire". Il padre della piccola, invece, è ancora in Messico, dove lavora.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto