Un’anziana donna, creduta morta, si 'risveglia' dopo tre giorni. L’incredibile caso di morte apparente si è verificato in Thailandia, nei pressi della capitale Bangkok. A riportare la notizia il quotidiano DailyMail che ha riferito come sia stato il marito di Phinij Sopajorn, questo il nome della 70enne protagonista dell’episodio, ad accorgersi che la moglie, poco prima della sua cremazione, respirava ancora. La donna è stata immediatamente soccorsa e portata in ospedale, dove le sue condizioni sono comunque state giudicate gravi dai medici.

Dichiarata morta, si 'risveglia' dopo tre giorni

La vicenda, secondo quanto riportato dal quotidiano inglese, ha inizio lo scorso 20 ottobre quando la donna, ricoverata in un ospedale di Bangkok, a causa di gravi problemi di Salute conseguenti all’ingrossamento della tiroide, aveva smesso di respirare, ed i medici non avevano potuto fare altro che constatarne la morte.

I familiari, una volta riportata a casa la salma, avevano iniziato i riti di preparazione del funerale buddista, secondo il quale la salma deve essere lasciata in un tempio dentro una bara fredda per tre giorni prima di essere avviata alla cremazione, prevista, quindi, per il 23 ottobre.

E’ stato poco prima di iniziare il rito funebre che il marito dell’anziana donna, Thawin Sopajorn di 73 anni, nel lavare il viso della moglie, come prevede la tradizione, si è accorto che la donna muoveva leggermente le palpebre e respirava ancora.

L’uomo ha immediatamente avvisato i familiari i quali, sul momento, hanno creduto che l’uomo avesse delle allucinazioni, fino a quando una nuora, essendo medico, ha potuto constatare che effettivamente il cuore della congiunta, creduta morta, aveva un battito, anche se molto debole.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Salute

L’anziana “resuscitata” è ricoverata in gravi condizioni

A questo punto la signora Phinij è stata riportata a casa per la seconda volta. Qui i congiunti hanno cercato di riscaldarne il corpo con aria calda e bottiglie di acqua calda sul petto, ma con scarsi risultati, tanto che si è dovuti ricorrere ad un nuovo ricovero in ospedale dove le sue condizioni sono state comunque giudicate molto gravi.

Nonostante ciò, il marito della donna ha dichiarato di essere molto contento che la compagna sia ancora viva, anche se riconosce che molto difficilmente potrà essere curata.

Dalle dichiarazioni riportate dai giornali, si apprende inoltre che il signor Thawin aveva già notato qualcosa di strano dal momento che, dopo tre giorni da quando era stata dichiarata morta nell’ospedale di Bangkok, il corpo della defunta non era diventato rigido. I sospetti dell’uomo hanno poi trovato conferma, evitando che la donna fosse cremata ancora viva.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto