Il secondo portiere Matteo Voltolini, tesserato con la Reggiana, società calcistica che milita nella Serie C girone B, ha incaricato il suo avvocato di procedere con una denuncia nei confronti di chi ha mandato in giro il suo video di 15 secondi in cui il portiere è immortalato in una scena osé con una donna nel bagno di una discoteca. La denuncia sarebbe stata avviata anche dalla ragazza protagonista della scena con Voltolini. Il tutto sarebbe stato trasmesso via Whatsapp, generando un vero e proprio caos, anche perché parliamo di un giocatore tesserato con una società professionista.

Quest'ultima ha deciso di fermare per una settimana il portiere per preservarlo dal caos mediatico che lo sta coinvolgendo ma allo stesso tempo per permettergli di pensare all'iter giudiziario che inevitabilmente lo coinvolgerà. In questo modo la Reggiana si è voluta tutelare anche dal punto di vista societario, per valorizzare i principali morali che da sempre la contraddistinguano. L'immagine della società emiliana resta quindi fondamentale per la dirigenza. La decisione della società non è stata apprezzata da molti addetti ai lavori, lo stesso Giuseppe Cruciani, conduttore del programma 'La Zanzara' su Radio 24, ha ribadito che secondo lui Voltolini doveva essere maggiormente tutelato e non sospeso dagli allenamenti.

Voltolini a 'La Zanzara'

Il portiere ha parlato nella trasmissione radiofonica 'La Zanzara' su Radio 24 condotta da Giuseppe Cruciani, con quest'ultimo che ha avuto esprimere solidarietà e appoggio al giocatore anche perché la decisione della società di sospenderlo sembra eccessiva in quanto l'estremo difensore è una vittima della situazione. Voltolini ha sottolineato come 'credo di non aver fatto niente di male ma capisco la società, è una cosa che fa clamore e abbiamo un regolamento interno da rispettare'.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Curiosità

Ha poi aggiunto che ci sarà modo di confrontarsi con i dirigenti ribadendo di non sapere di essere ripreso durante il rapporto con la donna, proprio per questo ha deciso di denunciare l'accaduto. Lo stesso portiere Voltolini ha confermato che la donna protagonista della scena nel bagno in discoteca la frequenta da molto tempo.

Rapporti in un bagno di discoteca: spopola video su Whatsapp

La situazione Voltolini sta evidentemente spopolando sul web ed il giocatore vuole appellarsi alla giustizia per la violazione della privacy.

La legge in questo senso tutela le persone protagoniste di determinate scene di video che vengono distribuiti sul web senza il consenso dei protagonisti: chi manda in giro questi video rischia pene importanti, da 1 a 6 anni di reclusione e da 5 a 15 mila euro di multa. Il giocatore quindi è pronto a tutelarsi, di certo in questo momento l'arrabbiatura e l'imbarazzo sono notevoli e la scelta della Reggiana di sospenderlo dagli allenamenti arriva anche per tutelare la tranquillità dell'estremo portiere.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto