Ieri, a Pozzonovo, in provincia di Padova, un uomo di 49 anni è stato sbranato dai due rottweiler della sua compagna. Stando alle prime ricostruzioni, la terribile vicenda si è svolta intorno alle 21.30, quando Massimo Sartori, originario di Monselice, stava rientrando a casa e improvvisamente è stato aggredito dai due cani.

Il tutto è avvenuto nel giardino dell'abitazione. In base alla ricostruzione delle forze dell'ordine, il 49enne, nel disperato tentativo di liberarsi, sarebbe stato azzannato agli arti e al volto, riportando profonde ferite che poi si sarebbero rivelate fatali.

Al vaglio degli inquirenti c'è anche l'ipotesi che l'uomo, un cardiopatico, sia stato colto da un malore e solo successivamente azzannato dai cani, forse attirati dal sangue.

I due rottweiler erano della compagna

I due cani, un maschio di 2 anni e una femmina di 9, apparterrebbero alla compagna di Massimo. A trovare il corpo è stata infatti la donna che dopo aver visto il compagno sdraiato a terra avrebbe immediatamente chiamato i soccorsi. L'abitazione dei due si trova in una zona abbastanza isolata e probabilmente è proprio questo il motivo per cui nessuno potrebbe essersi accorto di nulla, anche nel caso in cui la vittima avesse urlato.

Sul posto, oltre ai soccorsi, sono intervenuti i carabinieri di Tribano che hanno constatato la causa del decesso. Sono poi arrivati anche i vigili cinofili che dopo aver calmato gli animali li hanno portati nel canile sanitario di Selvazzano.

L'uomo è morto in ospedale

Inutile la corsa disperata per salvare la vita dell'uomo, Massimo infatti sarebbe morto poco dopo il suo arrivo in ospedale. Le ferite riportate si sono rivelate troppo gravi e nonostante i tentativi dei medici non c'è stato nulla da fare.

La salma è attualmente a disposizione dell'autorità giudiziaria ed è molto probabile che venga sottoposta all'autopsia.

Le cause dell'aggressività dei rottweiler

Non è la prima volta che si sente parlare di aggressioni da parte dei rottweiler e diciamo anche che le loro dimensioni e il loro aspetto non aiutano molto a non temerli. Tendiamo quindi ad etichettarli come una razza pericolosa ed aggressiva, un po' come succede con i pitbull.

Ma è davvero così? Questi cani sono pericolosi come sembrano? Possiamo definire il rottweiler come il classico cane da guardia. Questa razza ha una fisicità importante, è infatti molto forte e robusto, ma allo stesso tempo è anche un cane attento, obbediente e intelligente.

I più esperti lo descrivono come un animale molto coccolone, adatto anche a stare con i più piccoli e ottimo per la vita in famiglia. Il legame con il padrone è però di estrema importanza, quest'ultimo infatti deve fargli capire chi comanda ed educarlo nel modo più adeguato. Gli affezionati di questa razza ritengono che i vari episodi di aggressività da parte dei rottweiler siano dovuti a delle incomprensioni tra uomo e cane o ad un'educazione scorretta.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!