Un brutto episodio si è verificato la scorsa notte a Brindisi, precisamente nel rione Commenda, dove all'improvviso un ordigno è esploso davanti all'ingresso di un noto bar della zona, il Crazy Café. Secondo quanto riportano le fonti di informazione locali, pare che il boato, abbastanza forte, sia stato sentito da tutti i residenti del quartiere: visto che era mattina presto molti di loro stavano dormendo, per cui si sono svegliati di soprassalto. Come si può ben vedere dalle immagini diffuse dagli organi di informazione, l'attività commerciale ha subito numerosi danni, che sono ancora tutti in corso di quantificazione.

Sul posto la Polizia di Stato

Immediatamente sul luogo del fatto di cronaca sono accorsi gli agenti della Polizia di Stato, insieme ai colleghi del Nucleo Artificieri, i quali hanno provveduto ad eseguire tutti i rilievi del caso. Si sta cercando di capire che tipo di ordigno sia stato utilizzato per poter fare così tanti danni: basti pensare che l'onda d'urto ha rovesciato i tavolini che si trovavano all'interno del bar, danneggiando anche i mobili presente nello stesso esercizio. La bomba ha fatto esplodere anche alcune lastre di marmo che si trovavano sul marciapiede, disseminando di detriti tutta la zona.

Pezzi di pietra sono finiti anche sullo spartitraffico che si trova proprio di fronte al bar. Fortunatamente, nell'istante in cui c'è stata l'esplosione, non passava nessun veicolo o pedone, altrimenti il bilancio di quest'episodio poteva sicuramente essere diverso. Per poter entrare all'interno dell'attività ristorativa è stato necessario tagliare la saracinesca. Tutto è avvenuto poi su viale Commenda (civico 206), un'arteria stradale che prende il nome dal'omonimo quartiere brindisino in cui si sono verificati i fatti in questione: si tratta di una delle principali zone del capoluogo di provincia pugliese, in cui si trovano numerose attività commerciali e alcune strutture ricettive.

Indagini in corso

Sicuramente, nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si farà chiarezza su questo episodio. Resta da chiarire il movente che ha portato qualcuno a piazzare un ordigno proprio all'ingresso del Crazy Cafè. Molto probabilmente gli inquirenti visioneranno le eventuali telecamere di videosorveglianza installate nella zona: quello che al momento pare certo è che si tratti di un atto intimidatorio.

Si spera che gli occhi elettronici abbiano ripreso qualcosa di interessante per le indagini. La notizia di quanto successo stanotte ha fatto immediatamente il giro della città, destando sconcerto sia tra gli abitanti del rione Commenda, ma anche in tutto il comune capoluogo.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!