Prosegue l'attenzione da parte del Ministero della Salute sui cibi messi in commercio. Attraverso un comunicato apparso sul sito ufficiale dell'ente governativo, è stato disposto il ritiro dal commercio di diversi lotti di pasta Tre Mulini distribuiti dalla catena Eurospin. Alla base della motivazione c'è la presenza di un allergene nel prodotto come la soia, non indicata nell'etichetta. Il provvedimento riguarda tre prodotti: fusilli, orecchiette e strozzapreti.

Richiamo pubblicato il 6 aprile dal Ministero

Il richiamo risale allo scorso 30 marzo, ma è stato pubblicato sul sito del Ministero della Salute il 6 aprile.

Il provvedimento riguarda un lotto di pasta di confezioni da cinquecento grammi. I prodotti in questioni sono stati prodotti da Pac srl, azienda con con sede in Via Alessandro Volta a Melfi, in provincia di Potenza. La motivazione del richiamo riguarda unicamente la presenza di soia che non è stata dichiarata in etichetta e questo rappresenta un potenziale rischio le persone che ne sono allergiche.

In questi casi occorre specificare che il richiamo serve a tutelare quanti potevano essere esposti alla problematica e testimonia l'attenzione del Ministero nei confronti di coloro i quali acquistano i prodotti della filiera alimentare. Allo stesso modo va sottolineato il fatto che, al di là della mancata indicazione dell'allergene, non può essere ascritta alcun tipo di problema al prodotto in questione ed è pertanto assolutamente sicuro per il consumo di chi non avesse problemi derivanti al consumo di soia.

Consumare soia, avendone allergia, può portare a fastidiose conseguenze come eruzioni cutanee, orticaria, pruriti in bocca, nausea, vomito e diarrea.

Tre tipi di pasta coinvolti

Il comunicato diramato dal Ministero della Salute specifica in maniera chiara quelli che sono i prodotti interessati dal provvedimento, i cui dati sono naturalmente riportato in confezione.

  • Fusilli - Lotto di produzione 200215
  • Orecchiette - Lotto di produzione 200213
  • Strozzapreti Lotto di produzione 200213 - 200214

I consumatori che dovessero rilevare di aver acquistato uno dei prodotti in questione ed essere a rischio allergia per il consumo di soia potranno recarsi nei punti vendita Eurospin.

Riportando le confezioni nei punti vendita in cui le hanno acquistati, potranno scegliere se ottenere il rimborso o la sostituzione.

Chi non dovesse avere allergia alla soia, potrà consumare tranquillamente l'alimento senza doversene preoccupare. La comunicazione disposta dal Ministero della Salute non inficia in alcun modo la qualità e la bontà del prodotto e della sua produzione.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!