Troppo gravi le lesioni riportate da Giuseppe Giannalìa, il 18enne rimasto coinvolto, nella notte tra il 15 e il 16 maggio, in un incidente stradale presso il quartiere Bonagia a Palermo. Incidente che oltre a lui ha visto coinvolte altre due persone. Il ragazzo non ce l'ha fatta e ha esalato l'ultimo respiro nella serata di ieri, martedì 19 maggio, presso il Policlinico di Palermo. Il quadro clinico del giovane è apparso grave fin da subito: gli operatori sanitari del 118, accorsi sul luogo dell'incidente, hanno provveduto fin da subito a intubarlo e a trasportarlo in codice rosso presso il nosocomio palermitano.

Le altre due persone sono tuttora ricoverate, una di queste è amico di Giuseppe e attualmente si trova in condizioni gravi, ma stabili.

Incidente stradale a Palermo: Giuseppe perde la vita a 18 anni

Non ce l'ha fatta Giuseppe Giannalìa, il ragazzo di 18 anni rimasto coinvolto in un incidente avvenuto a Bonagia, quartiere della città di Palermo. Troppo gravi le ferite riportate dal giovane, il cui cuore ha smesso di battere nella serata di ieri, martedì 19 maggio. L'incidente è avvenuto nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 maggio. Le sue condizioni sono apparse gravi fin da subito e il quadro clinico ha peggiorato in maniera repentina durante questi ultimi giorni.

Secondo i primi rilievi il 18enne si trovava in sella al suo scooter, lungo viale Placido Rizzotto.

Di fianco a lui un amico sempre in sella a un motorino. Per cause ancora in fase di chiarimento, da parte degli agenti dell'Infortunistica, uno dei due ragazzi avrebbe perso il controllo del suo motoveicolo. Da lì lo schianto, da parte di entrambi, con un altro ciclomotore proveniente dalla direzione opposta.

Giuseppe Giannalìa, deceduto presso il Policlinico di Palermo

Sul posto sono accorsi subito i carabinieri, la polizia locale e gli operatori sanitari del 118, che con l'ausilio di tre ambulanze hanno immediatamente provveduto a prestare soccorso alle tre persone rimaste coinvolte nell'incidente. Tutte sono state trasferite d'urgenza in ospedale.

Le condizioni di Giuseppe Giannalìa sono quelle che fin da subito hanno destato più preoccupazione. Il ragazzo, infatti, è stato intubato e ricoverato presso il reparto di rianimazione del Policlinico "Paolo Giaccone" di Palermo.

La persona che con la Moto stava arrivando dalla direzione opposta, invece, attualmente è ricoverata presso l'ospedale Civico di Palermo: le sono state diagnosticate traumi e fratture guaribili in 40 giorni. Rimane in gravi condizioni, ma stabili, l'amico di Giuseppe Giannalìa. Anche lui ricoverato al Civico di Palermo presso il reparto di rianimazione.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Moto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!