Loris Brognoli, 44 anni, è morto in un incidente in moto venerdì 11 luglio sulla strada statale 434 Transpolesana (che da Verona porta a Rovigo). Sembra che l'uomo abbia perso il controllo della sua Harley Davidson, ma la moglie, Desirée Marzari, per fugare ogni dubbio ha deciso di lanciare un disperato appello su Facebook: "Cerco testimoni" ha scritto, in un lungo messaggio pubblico.

L'incidente di Loris Brognoli

Come riportato dalle pagine di Cronaca Nera di Verona Sera, l'incidente è avvenuto poco dopo le 03.30 di notte sulla SS 434 Transpolesana - tra il Km 9+000 e il Km 8+000 - tra i comuni di Zevio e San Giovanni Lupatoto, in provincia di Verona.

Loris Brognoli, tecnico informatico, di rientro da una serata con gli amici, stava viaggiando in direzione di Verona in sella alla sua Harley Davidson XR 1200. Ad un certo punto, però, per cause ancora in fase di accertamento, l'uomo ha perso il controllo del mezzo ed è finito fuori strada. L'impatto non gli ha lasciato scampo e, quando i soccorritori sono arrivati sul posto, non hanno potuto fare altro che decretarne il decesso.

L'appello della moglie di Loris Brognoli

Secondo una prima ricostruzione, il 44enne avrebbe "fatto tutto da solo". Nessun veicolo, infatti, risulterebbe coinvolto nell'incidente. Tuttavia, Loris Brognoli, papà di una bimba di 5 anni, era un motociclista molto prudente.

Cosa è successo, dunque, la notte di due settimane fa?

Per cercare di rispondere all'angosciante domanda, Desirée Marzari, ha deciso di scrivere un accorato post sulla sua pagina Facebook. "Faccio appello al vostro senso civico" ha esordito la donna . Poi, dopo aver indicato data e luogo dell'incidente mortale si è rivolta a tutti coloro che hanno assistito allo schianto o sono venuti a conoscenza di informazioni utili e ha implorato il loro aiuto per comprendere cosa sia veramente accaduto quella notte.

La donna, dopo aver chiesto la massima condivisione del suo annuncio, ha lasciato il suo recapito e-mail e ha chiesto di essere contattata in maniera privata.

Loris aveva perso i genitori in un incidente stradale

La notizia della prematura e tragica scomparsa di Loris Brognoli ha profondamente colpito e addolorato la comunità veronese.

L'uomo viveva con la famiglia al Chievo, quartiere alla periferia ovest della città scaligera. Prima di sposare la sua Desirée aveva abitato, fino al 2014, agli Orti di Spagna, nel quartiere di San Zeno. La sua famiglia, però, era originaria di Erbè, piccolo comune al confine con la provincia di Mantova.

Amici e colleghi ricordano Loris come una persona tranquilla, che si faceva voler bene. La Harley Davidson, che conduceva sempre con grande attenzione, era il suo orgoglio. La passione per i motori gliela aveva trasmessa papà Fabrizio prima di morire, con la moglie Paola, in un terribile incidente stradale il 4 luglio del 1991.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!