Episodio di microcriminalità nella città di Nola, popoloso centro abitato della Città Metropolitana di Napoli. Questa volta a finire vittima di un rapinatore sono stati due adolescenti, entrambi minorenni, derubati a pochi minuti di distanza rispettivamente di un telefono cellulare, uno smartphone di ultima generazione e del portafogli.

Il racconto dei fatti: la prima rapina

I fatti sono avvenuti in vicolo Duomo, una strada isolata e poco illuminata a pochissima distanza dalla centralissima piazza Duomo, vero e proprio cuore della città bruniana, nella tarda serata dello scorso sabato 26 settembre.

Purtroppo, il fenomeno criminale è sempre più dilagante nella città dei gigli e la duplice rapina di qualche giorno fa costituisce solamente l'ultima rappresentazione in ordine temporale di un problema che attanaglia da tempo la cittadinanza e la comunità nolana. Dopo una serata trascorsa in compagnia dei suoi amici, un adolescente, mentre ritornava a casa, è stato avvicinato da un uomo alla guida di uno scooter di colore grigio scuro, marca Honda modello Sh. Il motorino ha rallentato nei pressi del ragazzo e si è fermato, frenando a pochissima distanza dal giovane. Il malvivente alla guida del mezzo, coltello alla mano, in pochi secondi gli ha intimato di consegnargli il telefono cellulare, brandendo l'arma da taglio con la lama verso la pancia del ragazzo, lasciando ad intendere che il giovane doveva sbrigarsi e accontentarlo subito per non peggiorare le cose.

La vittima, letteralmente in preda al panico, non ha esitato a cedere lo smartphone.

La seconda rapina

Ottenuto il bottino, il rapinatore si è dileguato in sella al suo scooter, facendo perdere subito le sue tracce, avvolto dalle tenebre delle ore notturne. La giovanissima vittima è rimasta paralizzata e scossa.

Rincasato, il ragazzo ha raccontato ai genitori quanto accaduto e ha sporto denuncia alle autorità competenti. Poco dopo la prima rapina il malvivente, con il medesimo modus operandi, si è reso responsabile di un secondo episodio criminale sottraendo, sempre sotto minaccia, cellulare e portafogli ad un altro minorenne.

I due malcapitati hanno fornito alle forze di polizia lo stesso identikit del criminale.

Nola e la microcriminalità

Quanto accaduto nella serata di sabato ha acceso nuovamente i riflettori su una tematica importante quale quella della sicurezza cittadina nel centro di Nola. Una questione di fondamentale importanza considerata anche l'escalation di episodi predatori registrati negli ultimi mesi: furti negli appartamenti (soprattutto nel mese di agosto), scippi alle anziane signore, raid negli esercizi commerciali, furti e rapine di automobili e scooter sono solo alcuni dei casi di microcriminalità che hanno attanagliato Nola negli ultimi tempi.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!