Led Zeppelin in arrivo nei Cinema. Sarà presentato al Festival del Cinema di Venezia il documentario dedicato ad una delle più grandi rock band di tutti i tempi. Becoming Led Zeppelin è diretto dal regista Bernard McMahon ed è la prima pellicola realizzata sul gruppo britannico e vede la partecipazione attiva dei tre componenti originali.

Il film-documentario sui Led Zeppelin

Il regista, nel presentare il suo lavoro, fa sapere che ha realizzato un documentario che nessuno credeva possibile. Il film racconta l'ascesa della band britannica, grazie ad un lungo lavoro di ricerca di filmati e di materiale d'archivio restaurato manualmente per l'occasione.

Nelle ultime ore arriva un'altra bella notizia. Il film dedicato ai Led Zeppelin infatti sarà presentato in anteprima Fuori Concorso in occasione di uno dei festival più importanti di cinema, la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, che si svolgerà tra poche settimane dal 1° all’11 settembre 2021.

L'idea del documentario

Questo lavoro è stato annunciato per la prima volta due anni fa, e finora non ha ancora una data di uscita nelle sale cinematografiche. Nel documentario ci saranno interviste ai tre musicisti della band ancora in vita, Robert Plant, Jimmy Page e John Paul Jones. E in più non mancheranno interviste e materiale d'archivio sul compianto batterista John Bonham, la cui morte nel 1980 ha portato la band al definitivo scioglimento.

A questo documentario hanno anche lavorato altri artisti e saranno mostrati video e foto rimasti fino ad oggi inediti. Il regista è Bernard McMahon il quale ha diretto nel 2017 American Epic, una docuserie incentrata sulle origini delle registrazioni musicali degli anni Venti. Ed è proprio questo lavoro che avrebbe convinto il chitarrista Jimmy Page a dare l'ok al regista per questo progetto sui Led Zeppelin.

Il regista parla del documentario

Il regista ha detto che con questo lavoro aveva come obiettivo quello di fare un documentario che potesse sembrare un musical. In questo lavoro si vuole raccontare l'ascesa della band alla fine degli anni Sessanta prima della consacrazione: "Ho voluto intrecciare le quattro storie dei componenti del gruppo, prima e dopo la fondazione della band"

Per il suo lavoro fa sapere di aver impiegato soltanto "pellicole e negativi originali", servendosi di oltre 70mila fotogrammi di repertorio che sono stati restaurati manualmente.

In più ha voluto creare alcune sequenze in cui mostra alcune esibizioni inedite dei Led Zeppelin insieme a manifesti e biglietti. Il tutto con lo scopo di "ricreare quel senso di frenesia" che ha caratterizzato quella fase del loro percorso musicale.