Sono stati giorni duri per la saga di Animali Fantastici, già di per sé gravata da alcuni incidenti di percorso. Adesso nei guai è Ezra Miller, volto di Credence, che si è trovato a fare i conti con la legge. L'attore ha già avuto motivo di far parlare di sé a causa dei suoi problemi con le droghe e i comportamenti violenti, ma adesso rischia addirittura il posto di lavoro.

Le controversie di Ezra Miller nel 2011 e nel 2020

È uscito al cinema proprio in questi giorni Animali Fantastici 3, intitolato "I segreti di Silente", con protagonista proprio lo stesso Ezra tanto atteso dai fan fin dal 2018.

Ezra interpreta il protagonista Credence fin dal primo film, eppure, piuttosto che sentir parlare di lui per la pellicola tratta dai romanzi di J.K. Rowling recentemente si è parlato dell'attore ventinovenne per due casi di cronaca che lo hanno visto protagonista. Nel 2011, durante il periodo delle riprese di "Noi siamo infinito" è stato fermato dalla polizia in un posto di blocco e nella macchina sono stati trovati alcuni grammi di erba, come riportato all'epoca dal Pittsburgh Post-Gazette. Non solo, la società americana Variety nel 2020 ha diffuso e confermato un video di pochi secondi in cui l'attore sembra aggredire e soffocare una donna in un bar in Islanda, al grido di "Vuoi combattere?" dovendo essere allontanato a forza dal gestore del locale.

Il primo arresto alle Hawaii

Le sue avventure legali non si fermano qui, in quanto un mese fa l'attore è stato fermato e arrestato alle Hawaii per molestie ed Ezra è stato accusato [VIDEO] di disturbo della quiete pubblica. La polizia è dovuta intervenire in un karaoke bar di South Hilo per placare l'attore volto di Flash, il quale stava urlando insulti verso alcuni clienti del locale, impegnati a godersi la serata.

I verbali della polizia, secondo quando riporta SkyTg24 descrivo "che l’uomo, successivamente identificato come Ezra Miller, si è innervosito mentre i clienti del bar avevano cominciato a cantare al karaoke. Miller avrebbe iniziato a urlare oscenità e addirittura afferrato il microfono dalle mani di una donna di 23 anni che stava cantando al karaoke".

Successivamente si sarebbe scagliato contro un un trentaduenne che stava giocando a freccette, costringendo il barista ad un inutile intervento. Dopo l'intervento della polizia locale l'attore è stato arrestato e trattenuto in centrale, e liberato solo dietro il pagamento di una cauzione di cinquecento dollari. La rivista Rolling Stone ha riportato che i dirigenti della DC e della Warner Bros si sono subito riuniti in via straordinaria per decidere cosa fare con Miller, che tra l'altro dovrebbe uscire a breve con un film stand alone.

Il secondo arresto

Il primo episodio a suo carico sembrava abbastanza, ma due giorni fa l'attore è tornato a far parlare di sé. Ezra Miller è stato nuovamente arrestato per aver aggredito una donna, sempre nello stato delle Hawaii.

Secondo quanto riportato dalla BBC, Ezra ha lanciato una sedia ad una donna, ferendole il viso. L'attore di Animali Fantastici, è stato arrestato nella mattinata di martedì 19 aprile 2022, con l'accusa non solo di aggressione, ma anche di violazione di proprietà. Il ragazzo infatti è andato a disturbare la donna direttamente nella sua casa di Pahoa, dove è stato intercettato e fermato. Sempre la BBC riporta che "Durante il corso delle indagini, la polizia ha stabilito che l'individuo, in seguito identificato come Ezra Miller, si è arrabbiato dopo che gli è stato chiesto di andarsene e, secondo quanto riferito, ha lanciato una sedia, colpendo una donna di 26 anni sulla fronte, provocando circa la metà taglio di un pollice".

È dunque un mistero cosa succederà a Ezra nel franchise di Animali Fantastici. La rivista Deadline definisce i vertici Warner Bros non preoccupati per la cosa, in quanto non hanno ancora preso accordi per un eventuale sequel. Il film di Flash, invece, sarebbe in programma per il 2023.