Continuano le indagini sulla morte di Franco Severi, agricoltore 53enne ritrovato mercoledì 22 giugno decapitato in un burrone di Civitella di Romagna, piccolo centro dell'appennino forlivese. La procura avrebbe aperto un'indagine per omicidio e si starebbe concentrando su uno dei sei fratelli dell'uomo, Daniele. Secondo quanto trapelato i rapporti tra i due erano molto tesi e in più di un'occasione sarebbero finiti davanti a un giudice. Le indagini sul caso di Cronaca Nera sono coordinate dal procuratore capo della Repubblica presso il Tribunale di Forlì Maria Teresa Cameli e dal sostituto procuratore Federica Messina.

Perquisita la casa di uno dei fratelli di Franco Severi

Nella serata di lunedì 27 giugno gli uomini del Ris di Parma, accompagnati dai carabinieri della compagnia di Meldola, dai colleghi comando provinciale di Forlì e dall'unità cinofila, hanno fatto il loro ingresso nell'appartamento di Daniele Severi, infermiere residente con la famiglia in un condominio di Meldola, sempre in provincia di Forlì. Per ore e ore, fino a mezzanotte inoltrata, hanno perquisito l'abitazione dell'uomo, nella speranza di trovare alcune tracce utili a far luce sulla morte dell'agricoltore 53enne. Successivamente è passata al setaccio l'auto di proprietà dell'uomo.

Da quanto si apprende i militari, una volta usciti dall'abitazione di Daniele Severi si sono spostati a Civitella di Romagna, e, in frazione Ca’ Seggio, hanno eseguito degli accertamenti nella casa colonica in cui Franco Severi viveva.

Sembra che non vi siano state trovate tracce ematiche o segni di colluttazione. Su questa delicata fase investigativa, tuttavia, vige il più stretto riserbo.

Indagini su Daniele, fratello di Franco Severi

Franco Severi è stato ritrovato decapitato (con il cranio tutt'ora non recuperato) nella tarda serata di mercoledì 22 giugno in un dirupo della frazione di Ca' Seggio.

Secondo il medico legale, l'uomo sarebbe stato ucciso tra la serata di lunedì 20 giugno e le successive 24 ore. Martedì mattina, però, l'agricoltore sarebbe stato visto prendere un caffè ne bar che frequentava abitualmente. La procura di Forlì avrebbe aperto un'indagine per omicidio. Daniele Severi, in questi giorni, è stato ascoltato in più di un'occasione.

Sotto la lente degli inquirenti, comunque, ci sarebbero alcune dinamiche familiari e in particolare i rapporti tra l'infermiere e Franco.

Tra la vittima e Daniele, infatti, risulterebbero diversi contenziosi di natura civilistica e penale, alcuni tutt'ora pendenti. In almeno tre occasioni i due fratelli sono finiti in tribunale. Da quanto emerso, il sanitario di Meldola aveva accusato il 53enne di aver appiccato degli incendi divampati nell'azienda agricola di famiglia e aveva sollevato le proprie perplessità in merito ad alcuni aspetti legati alla gestione, anche patrimoniale, del padre deceduto negli anni scorsi. Gli altri tre fratelli e le due sorelle si erano schierati dalla parte di Franco. Una di loro, Anna, nei giorni scorsi in un lungo post su Facebook dedicato a Franco "il fratello che tutti vorrebbero avere", aveva denunciato: "Cronaca di una morte annunciata".