La #guacamole è una preparazione gastronomica a base di #avocado. Questa #salsa #light è ottima per esaltare il sapore del pesce, della carne e per farcire panini, rendendola un ottimo sostituto della maionese, con un contenuto di grassi decisamente inferiore. Infatti 100 gr. di maionese contiene ben 77 gr. di grassi, mentre 100 gr. di guacamole ne contengono solo 20 gr., circa il 70% di grassi in meno rispetto alla classica maionese. Inoltre l'avocado è ricco di acidi grassi che fanno abbassare il colesterolo, quindi il consumo di questo frutto non può che migliorare il nostro stile di vita.

Ricetta originale e varianti

La ricetta originale consiste nel schiacciare la polpa dell'avocado con una forchetta e condirla con sale e limone, a volte si aggiunge il peperoncino.

Il limone era utilizzato come conservante, perché evita l'ossidazione della polpa (un po' come i carciofi che diventano subito neri a contatto con l'aria). Nel tempo sono state create alcune varianti che arricchiscono la salsa con olio, spezie e ortaggi.

Una delle varianti più diffuse fuori dal Messico è la "tex mex". Con questo termine indichiamo quel tipo di cucina nata a confine tra gli Stati Uniti e il Messico. Questa versione oltre ad avere una consistenza più omogenea ha anche una percentuale di maionese (a volte sostituita dalla panna acida) più o meno consistente, a seconda di come viene preparata. L'uso di maggior maionese è riscontrabile nelle preparazioni industriali, per rendere il prodotto più economico e più conservabile nel tempo. Nelle preparazioni artigianali invece si usa una minore quantità di maionese per non camuffare troppo il delicato sapore dell'avocado.

In Messico la salsa viene preparata sempre fresca, ed è usata per accompagnare piatti tipici come i tacos, i nachos e le tortillas.

Come preparare la salsa guacamole (versione Tex Mex)

Ingredienti:

- 1 avocado maturo di medie dimensioni (circa 210 gr.)

- 40 gr. di pomodoro

- 20 gr. di cipolla

- 2 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva

- 1 cucchiaio di maionese (circa 15 gr.)

- 1 limone (solo il succo)

- 1/2 cucchiaino di sale

- 1/2 cucchiaino di pepe nero

- 1/2 cucchiaino di coriandolo in polvere (o 10 foglie di coriandolo fresco)

- 1/4 di un cucchiaino di aglio in polvere (o 1/4 di uno spicchio d'aglio fresco, privato del germoglio)

Attrezzatura: vi occorrerà un frullatore ad immersione con relativo bicchiere.

Preparazione:

Tagliare a metà l'avocado, privandolo del seme che troverete al suo interno. Estraete la polpa con un cucchiaio e inseritela nel bicchiere del frullatore. Aggiungete il pomodoro tagliato a pezzi, il sale, le spezie, l'aglio, la cipolla, il succo di limone, l'olio e la maionese.

Frullate il contenuto del bicchiere fino ad ottenere una crema abbastanza liscia. Non serve renderla perfettamente omogenea, perché la caratteristica della salsa guacamole è per l'appunto la sua consistenza grossolana che la rende un po' rustica in bocca. L'importante è che fate attenzione affinché non rimangono pezzi interi di aglio o cipolla. Se fate fatica a frullare perché il frutto non era abbastanza morbido potete aggiungere un cucchiaio di acqua o d'olio. Alla fine aggiustate di sale.

La salsa guacamole va consumata in breve tempo, copritela con una pellicola trasparente per alimenti, a contatto direttamente con la salsa, in modo che non ci sia aria. Se non consumata in giornata aggiungete sulla superfice dell'olio d'olia e del succo di limone e copritela con la pellicola come spiegato prima. In questo modo durerà 3-4 giorni. Per conservarla più a lungo raddoppiate la quantità d'olio e conservate in sottovuoto per massino 1 settimana.