Il Tè verde, è una bevanda benefica molto nota, ma che allo stesso tempo viene utilizzata ancora poco in Italia. Eppure questa sostanza può apportare dei benefici all'organismo, date le sue innumerevoli proprietà, che lo portano ad essere chiamato anche "elisir di lunga vita".

Di seguito ci soffermeremo su di esse e poi concluderemo indicando come è possibile preparare questa bevanda.

Le proprietà del tè verde

Le proprietà benefiche del tè verde sono svariate, ma partiamo da quelle più importanti come, innanzitutto, quelle contenute nei flavonoidi e nelle catechine, che svolgono un importante ruolo nelle funzioni cardiovascolari.

Pubblicità
Pubblicità

Questi due composti, contenuti nel tè verde, sono in grado di ridurre i livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi nel sangue, che spesso sono la causa di numerosi infarti cardiaci. Tali proprietà riescono, altresì, a contrastare gli effetti devastanti e negativi del fumo. Inoltre in Giappone numerosi studi, ancora in corso, stanno cercando di dimostrare come il tè verde sia capace di prevenire addirittura l'insorgere del morbo di Parkinson e la sindrome di Alzheimer.

Il tè verde, tutte le proprietà e la modalità di preparazione
Il tè verde, tutte le proprietà e la modalità di preparazione

Ma non solo: la bevanda dal color verdastro è anche capace di svolgere un importante ruolo dimagrante riuscendo ad accelerare la metabolizzazione dei grassi ad uso energetico e ad apportare in modo alquanto significativo un contributo al metabolismo osseo, riuscendo così ad incrementare la densità ossea stessa. Tutto questo secondo degli studi svolti dall'American Journal of Clinical.

Oltre alle proprietà sopra descritte, il tè verde sarebbe capace, secondo alcuni studi effettuati in Cina, di riuscire a ridurre in modo sostanziale l'incidenza di alcune forme tumorali come quelle alla pelle, ai polmoni, all'esofago, allo stomaco, al fegato, all'intestino, al pancreas, al colon, alla vescica, alla prostata e al glande.

Pubblicità

Questo studio è stato condotto su una base numerica di persone che utilizzano il tè verde regolarmente ed è stato dimostrato che effettivamente l'incidenza della malattia è stata tra le più basse in assoluto. Il principio attivo che agirebbe in tal senso, nella lotta contro la malattia del secolo, è denominato epigallocatechina gallato (EGCG).

Si evince insomma che questa bevanda ha tutte le potenzialità per poter essere una svolta scientifica per il futuro in svariati campi e settori.

Preparazione del tè

Il tè verde può essere assunto sia mediante le classiche bottiglie in vendita al supermercato, nelle quali però la percentuale effettiva di esso solitamente risulta molto bassa, oppure mediante degli infusi veri e propri che possiamo preparare a casa in non molto tempo.

Vediamo meglio come prepararlo:

  • Utilizzare te di altissima qualità e conservato in modo adeguato in un luogo asciutto.
  • Usare dell'acqua fresca, quindi non riutilizzata.
  • Portare l'acqua non proprio all'ebollizione, ma a 90 o 95 gradi al massimo. E' la temperatura ideale per non distruggere le proprietà della bevanda.
  • Immergere l'infuso di tè verde: è consigliabile di scegliere accuratamente la qualità, in quanto ne esistono alcuni tipi veramente eccezionali sul mercato.
  • Lasciare in infusione per 5 minuti.
  • Servire con dello zucchero, ma senza esagerare per non rovinare il gusto del tè.
Clicca per leggere la news e guarda il video