Con l’arrivo dell’autunno, in particolare la domenica, molte famiglie sono solite preparare tante prelibatezze gastronomiche. Una delle più diffuse in Sardegna è il “Cabonisceddu a prenu” (pollastrello ripieno) che può essere portata a tavola con un contorno di funghi arrosto, tipici di questa stagione. Un mix di sapori e odori che ricordano proprio il profumo dell’autunno.

Possono essere ideali i “cardulinu de petza”, funghi di carne ottimi per l’arrosto. Ma sono ovviamente ottimi anche i porcini o gli ovuli.

Ingredienti

Quantitativi per quattro persone:

  • 1 pollastrello;
  • 1 etto di formaggio;
  • 1 etto di pangrattato;
  • 3 pomodori secchi;
  • 4 uova;
  • 30 gr. di lardo;
  • 1 chilo di funghi di carne;
  • Olio, aglio e prezzemolo;

La preparazione del pollastrello

Come prima cosa occorre strinare, sventrare e lavare bene un pollastrello tenero e carnoso.

Privarlo della testa, disossare il collo e ricucire il tutto possibilmente con del filo incolore. Poi va messo da parte.

A questo punto si deve prendere un uovo fresco, immergerlo in acqua fredda, portarlo lentamente ad ebollizione e lasciarlo cuocere per cinque minuti esatti, calcolati dal momento in cui l’acqua inizia a bollire. Travasarlo in acqua fredda e appena si sarà raffreddato completamente, sgusciarlo e metterlo da parte. Tagliare le frattaglie e la crestina del pollo, passarle al tritatutto e metterle a rosolare in poco grasso: una cucchiaiata di olio e un fiocchetto di strutto.

Dopo dieci minuti aggiungere quattro cucchiaiate di crosta di pane grattugiata, proseguire la rosolatura, unire il pesto dei pomodori secchi dissalati e pelati e poi aggiungere il formaggio grattugiato.

Poco dopo levare l’intingolo dal fuoco, attendere che si raffreddi e amalgamarlo con tre uova intere. Prendere il pollo preparato, posarlo su un tagliere con il dorso sotto e cominciare a farcirlo con metà ripieno che bisognerà far penetrare fino al collo, spingendolo col manico di un mestolo. Sistemato questo, introdurre l’uovo, quindi il resto della farcia.

Con un filo incolore ricucire anche l’apertura del codione e con opportune scosse, tenendo il pollo sospeso, assestare il ripieno perché vada ad occupare anche i minimi spazi dell’interno.

Preparazione dei funghi arrosto

Per preparare i funghi di carne bisogna innanzitutto pulirli bene, staccando il gambo e prelevando tutte le foglie.

Poi, dopo aver fatto riscaldare bene una bistecchiera sul fornello, adagiate mano a mano i funghi. Devono cuocere circa tre minuti per lato, a seconda dei gusti, fino a quando si “appassiscono” e diventano dorati.

Nel frattempo in una ciotola occorre versare dell’olio extra vergine d’oliva, insaporito con uno spicchio d’aglio e del prezzemolo. L’intingolo servirà per condire i funghi una volta cotti. Aggiungete sale a piacimento.

Cottura finale

Prima di preparare i funghi, che cuociono in pochi minuti e vanno mangiati caldi, occorre tagliare in fette sottili il lardo, posarle sul petto del pollo, legarle con uno spago incolore e metterlo in una teglia dentro il forno ben caldo, facendolo cuocere per poco più di mezz’ora.

Non si deve trascurare di rivoltarlo di tanto in tanto, di ungerlo ripetutamente con il fondo di cottura e di eliminare le fette di lardo poco prima di levarlo dal forno, per fare in modo che anche la carne del petto risulti ben dorata. Si serve tagliato a metà, con la parte ripiena in bella vista.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!