Secondo la tradizione gastronomica italiana, l'agnello è la portata principale del pranzo pasquale e molti gourmet lo considerano ancora un cibo prelibato da portare in tavola non solo per le feste.

Il carré di agnello, arricchito da una salsa al porto e rosmarino, può diventare un piatto di grande successo. Per l'ottimale riuscita di questa leccornia è meglio preparare la salsa un giorno prima e conservarla nel freezer, utilizzandola solo al momento. Particolarmente buone sono anche le costolette di agnello.

Questa prelibatezza può essere accompagnata da un vino Valpolicella, che grazie alla sua struttura delicata e fresca esalterà questo tipo di carne rendendola piacevole al palato, oppure un Merlot dai tannini morbidi e di media struttura, che aggiungerà freschezza al sapore.

Di questa leccornia esistono davvero parecchie varianti, di seguito andiamo a proporre la versione più semplice da eseguire e di sicuro effetto.

Ingredienti

Quantitativi per per 6 persone

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 1 ora e 45 minuti circa

  • 3 piccoli carré di agnello, ognuno di 8 costolette con l'osso inciso alla base

Per la salsa

  • 2 cucchiai di olio
  • 1 cipolla tritata finemente
  • 1 carota tritata finemente
  • 1 costa di sedano tritata
  • 1/2 cucchiaio di farina
  • 3 dl di brodo di carne o di agnello
  • 1/2 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 25 gr di funghi affettati
  • 1 mazzetto guarnito
  • 2 cucchiai di vino porto
  • 1 cucchiaino di rosmarino fresco tritato
  • pepe nero macinato al momento
  • rosmarino fresco per guarnire

Preparazione

Per prima cosa occorre preriscaldare il forno 200 gradi.

Poi è possibile iniziare a preparare l'agnello, tagliando a metà ogni carré ed eliminando tutto il grasso dai primi 5 centimetri di osso di ogni costoletta. Grattarli con un coltellino per ripulirli e proteggerli con alluminio.

Per la salsa: riscaldare l'olio in una casseruola dal fondo spesso. Aggiungere la cipolla, il sedano e la carota e lasciar cuocere per 20 minuti, finché le verdure saranno dorate.

Spolverizzare poi di farina e tostarla, mescolando continuamente. Togliere dal fuoco e versare il brodo lentamente, unire poi il concentrato di pomodoro i funghi e il mazzetto guarnito. A questo punto si deve rimettere sul fuoco e coprire parzialmente, cuocendo lentamente per 30 minuti. Aggiungere il porto e il rosmarino e continuare la cottura per altri 10 minuti, finché la salsa non diventerà sciropposa.

Filtrarla e coprirla.

A questo punto occorre disporre l'agnello su una griglia appoggiata su una teglia di arrosto e aggiungere del pepe. Bisogna arrostire l'agnello per 40-50 minuti, finché sarà ben cotto. Il tempo dipende anche dalle dimensioni del carne e da quanto si preferisca dorata all'interno. Cinque minuti prima di sfornare l'agnello è opportuno riscaldare la salsa.

Al momento di servire è opportuno versare un po' di salsa sul fondo e appoggiarvi sopra una o più costolette. Guarnire il piatto con un rametto di rosmarino e servire ben caldo.