Una giuria di Los Angeles ha assegnato ai figli di Marvin Gaye quasi sette milioni e mezzo di dollari dopo aver determinato che i cantanti Robin Thicke e Pharrell Williams avevano copiato la musica del padre nella loro "Blurred lines".

La canzone era stata la più grande hit del 2013, ma questo verdetto offuscherà la carriera di Williams e Thicke che avevano vinto perfino dei Grammy Awards. Howard King, il loro avvocato, ha affermato che "sono senza dubbio delusi in quanto sono incrollabili nella loro assoluta convinzione di aver scritto questa canzone senza aver copiato".

I due hanno comunque guadagnato più di 7 milioni di dollari a testa sulla canzone.

King ha anche detto che questa decisione a favore degli eredi di Haye potrebbe avere un effetto raggelante sui musicisti che cercano di emulare un'epoca attraverso suoni che sembrano quelli di altri artisti. Anche Larry Iser, un famoso avvocato che tratta casi relativi alle proprietà intellettuali, si è dichiarato critico riguardo al risultato del dibattimento: "Purtroppo il verdetto di oggi della giuria ha offuscato la distinzione tra elementi proteggibili di una composizione musicale e lo stile musicale non proteggibile semplificato da Marvin Gaye, anche se Gaye non possedeva il diritto d'autore del genere.

Thicke e Williams avevano reso un omaggio a Marvin Gaye e non violato i suoi diritti."

I due cantanti erano stati citati in giudizio nel 2013 dai figli di Gaye Nona, Frankie e Marvin Gaye III. Il loro avvocato, Richard Bush, sottolinea che i due musicisti hanno mentito e sono andati oltre l'emulare il suono della fine degli anni '70, ma avevano copiato "Got to Give It Up", vero hit della leggenda R&B.

Thicke aveva detto ai giurati che era stato Williams a scrivere la canzone in circa un'ora a metà del 2012. Quest'ultimo ha aggiunto che sì, la musica di Gaye era stata parte della colonna sonora della sua giovinezza, ma il sette volte vincitore di Grammy ha affermato di non aver usato nulla di tutto ciò per creare "Blurred lines".

Il caso è stato una lotta tra due dei più grandi nomi della musica: Williams ha venduto più di 100 milioni di dischi in tutto il mondo nella sua carriera di cantante-produttore, mentre Gaye ha composto successi come "Sexual Heating" e "How sweet it is (to be loved by you)". Marvin Gaye morì nel 1984, lasciano ai figli tutti i diritti d'autore per la sua musica.