Il 28 marzo apre le danze per il Cinema: si prevede un calendario gourmet con capolavori in grado di viziare il pubblico al prestigio dell’arte. Ad inaugurare l’art week sono le avventure funamboliche deglianimali di 'LaTerra degli orsi', poi il menù prosegue con film d’animazione dove la tecnologia diventa protagonista, per arrivare ad opere che non meritano affatto il posto del dessert, con le loro potenti trame thrilling e la presa microscopica su temi critici.

Al cinema con i bambini, si parte con la Terra degli Orsi.

Sotto la pelliccia si muovono profili quasi umani, afflitti dalle preoccupazioni che tediano ogni essere umano nel suo habitat quotidiano.

Così mamma orsa ha il cruccio della protezione del suo cucciolo che invece tenta il lancio nel mondo adulto. La Terra degli Orsiè stato prodotto in Francia dal regista Guillaume Vincent, ma il film fa onore anche all’Italia grazie a Flavio Insinna che ha prestato la sua voce come narratore. Scopriamo dall’epica favolistica che nel reame di Biancaneve viveva per prima la Regina di Ghiaccio, il personaggio protagonista del film Il Cacciatore e la regina di ghiaccio', incardinato nel calendario cinematografico il 22 aprile. Una regale Charlize Theron è una medusa ambrosia che congela il nemico, tiene in scacco legioni di cacciatori, fedeli al suo comandamento di non cedere all’amore.

Per gli adulti temi di attualità

Un bouquet di grandi nomi aiuta ad assicurare profumo di successo a ’Criminal’, l’action thriller atteso nelle sale italiane il 13 aprile. Tra le primule rosse del cast ricordiamo Kevin Costner, Gary OldmaneTommy Lee Jones. Il succo del film è tutto racchiuso in un interrogativo: un giusto può riuscire a salvare il mondo?

E la domanda può trovare anche un’altra estensione: può la scienza ultratecnologizzata salvare dal terrorismo? In Criminal il terrorismo è un nodo gordiano che solo le informazioni possono sciogliere, per questo diventa di estrema importanza trapiantare in un altro cerebro i pattern di un agente delle Cia morto.

Un impatto contro il tema del razzismo, così si può sintetizzare' Race- Il colore della vittoria'.

Un signore della regia come Stephen Hopkins mostra che le barriere, anche quelle mentali, sono sempre più avanti del nostro passo naturale e sempre bisogna raggiungerle. La corsa è una metafora esatta di questa sfida. Jesse Owens (Stephan James) corre, prima che per vincere, per raggiungere una possibilità: partecipare ai giochi di Berlino del 1936 davanti agli occhi di Hitler e del suo pasdaran Goebbles. Con un’indicazione: che tutto richiede sacrificio. L’appuntamento è per il 31 marzo. Tra i best movies spunta anche un italiano, ‘ Come saltano i pesci’ con la regia di Alessandro Valori. Un ritorno sugli schermi per Maria Amelia Monti, accompagnata da Biagio Izzo, a corto dello humor goliardico, e Simone Riccioni.

Intorno, il cordone delle nuove leve tra cui Brenno Placido. Un difficile dialogo con la realtà è quello di Matteo, il cui equilibrio viene sconvolto da una telefonata, perché la folgorazione avviene sempre per una ‘chiamata’. Riesce a rimettere insieme i cocci accettando un’altra idea della famiglia. Tra gli italiani va segnalato anche ‘Ustica’, in uscita il 31 marzo. Renzo Martinelli tenta di strutturare un racconto oggettivo della notoria strage assumendo come suoi intermediari personaggi che per mestiere sono più vicini alla verità: un giornalista e un parlamentare.