Chi la musica la vive con tanta saccenza provando ad arrogarsi il diritto di conoscerla e di sapere chi può definirsi artista e chi no, probabilmente considera J-Ax un fancazzista, uno che non ha voglia di fare niente e quindi si mette a scrivere delle rime. Tuttavia, a lui delle voci di paese è sempre interessato poco e il tempo gli ha dato ragione: a 44 anni, si ritrova con dodici album all'attivo, una casa discografica propria e tormentoni estivi. Che piaccia o meno, 'lo zio' è simbolo di una generazione ed uno dei pochi che ci ricorda come molte cose nella vita non debbano essere prese troppo sul serio, tipo la musica. E quindi, buon compleanno zio Ax!

Gli inizi con gli 'Articolo 31'

Icona della 'vecchia scuola' rap italiana, hitmaker infallibile, inizia la sua carriera negli anni '90 quando fonda, insieme a Dj Jad gli 'Articolo 31' portando nella musica italiana una novità assoluta, frutto di freestyle, tipici del loro stile, e di una campionatura di noti ritornelli.

Canzoni che abbracciano ogni tema vissuto dai giovani dell'epoca, dall'amore ai problemi sociali, con ritmi martellanti, freschi. Chi non hai mai cantato almeno una volta nella vita 'ohi Maria, ti amo! Ohi Maria, ti voglio' o dedicato 'Domani'?

La carriera da solista

Nel 2006 il gruppo sembra prendersi una sorta di pausa di riflessione e 'lo zio' intraprende una carriera da solista, lanciata dall'album pubblicato il 13 ottobre dello stesso anno 'Di sana pianta' con il successone del singolo di lancio 'Ti amo o ti ammazzo'. Anche nella carriera da solista, condensata da sei album, J - Ax non perde la sua linea autoriale, nonostante ci sia nel tempo un cambiamento, quasi una svolta verso un genere più pop.

J - Ax personaggio tv

Perchè se c'è una cosa da riconoscere allo zio Ax è la sua voglia di fare, di provare a cambiare un sistema, come quello della televisione italiana, troppo spesso musicalmente legato a stereotipi.

I migliori video del giorno

Ecco perchè nel 2014 accetta di fare da giudice alla seconda edizione del talent di Rai2 'The Voice'. Scelta anomala, che molti suoi fans non hanno gradito. Perchè l'essere underground è sempre stato il suo marchio di fabbrica. Ma Ax si è dimostrato non solo all'altezza della situazione, ma anche personaggio tv ironico e capace, seppur fuori dalle righe o almeno dai canoni del giudice - tipo di un talent. Ma l'esperienza di 'The Voice' non è bastata e J Ax si presenta anche alla corte di Maria De Filippi come coach della squadra blu di 'Amici' insieme a Nek.

La Newtopia

A seguito della rottura con la sua casa discografica, nel 2013 intraprende, sempre perchè lo zio non vuole farsi mancare niente, un nuovo percorso con l'amico e collega rapper Fedez, il cui nome 'Newtopia', deriva da una frase detta in un'intervista da John Lennon. I due hanno annunciato che nei prossimi mesi sarà previsto un album scritto a quattro mani proprio da J - Ax e Fedez, anticipato dal tormentone estivo 'Vorrei ma non posto'.