Maria Corti lo definì "lo scrittore di Pavia." Gianni Rodari sottolineò le affinità della sua prosa con i più moderni mezzi di narrazione: il cinematografo e la TV. Già premiato più volte, Mino Milani (nato a Pavia nel 1928) è ora anche l'assegnatario del Premio Speciale della Giuria al Premio Andersen 2017, 36^ edizione. Un riconoscimento dovuto ai suoi Libri per ragazzi, parte della sua eclettica produzione.

La cerimonia della consegna dei premi avverrà domenica 28 maggio 2017, al Munizioniere del Palazzo Ducale di Genova.

Pubblicità
Pubblicità

Con Milani, ci saranno eccellenze italiane come il disegnatore Attilio (Attilio Cassinelli), ma anche nomi internazionali, come Quentin Blake (per il miglior albo illustrato). La posizione speciale di Mino Milani è dovuta, secondo la giuria, alla raffinatezza stilistica delle sue opere.

Da segnalare è anche il Premio "Gianna e Roberto Denti" (promosso da AIE - Associazione Italiana Editori e Andersen) alla libreria per ragazzi dell'anno: la Baobab di Porcia (Pordenone).

Il riconoscimento per il Miglior illustratore è invece andato a Sonia Maria Luce Possentini. Il già nominato Quentin Blake è invece il titolare del Miglior albo illustrato: "Zagazoo" (Camelozampa).

Mino Milani: Tommy River e gli altri

Fra i libri per ragazzi che hanno portato Mino Milani al Premio Andersen, non si può scordare la serie dedicata a Tommy River: saga con un'ambientazione western, vede un romantico cowboy di origine scozzese partecipare alla storia americana, fra ideali e umane fragilità.

Pubblicità

Famoso è anche "L'ultimo lupo": storia del rapporto fra un ragazzo annoiato e un vecchio zio che gli cambierà la vita.

"La storia di Ulisse e Argo", naturalmente, è una rilettura del famosissimo episodio dell'Odissea: un passo che richiama il sempiterno tema del rapporto fra uomo e animale. Si rimane nella stessa ambientazione con "Ulisse racconta": un rifacimento favolistico del poema omerico, basato sull'interesse suscitato dal racconto di un viaggio lungo e intenso.

Non è però meno interessante la produzione fantasy per adulti. L'autore è infatti famoso anche per "Fantasma d'amore": storia di un tranquillo professionista, che si vede ricomparire di fronte il fantasma della donna amata in gioventù. Lo scenario è quella Pavia cui è legato il nome di Mino Milani. Il romanzo è del 1977; nel 1981, Dino Risi ne ha tratto il film omonimo con Romy Schneider e Marcello Mastroianni.

Leggi tutto