"Kiss the Rain" - avrebbe potuto cantare oggi Bill Kaulitz, il leader della band tedesca dei Tokio Hotel al suo arrivo sotto una pioggia battente alla Kaufhaus Jandorf, l'antico edificio che ospita la Fashion Week di Berlino 2017 (per la stagione primavera-estate 2018).

E invece sono state le note della sua cover "Imagine" di John Lennon ad accoglierlo, insieme ad una scarica di click dei fotografi da tempo in attesa della ghiotta occasione. Una giornata particolare, questo venerdì 7 luglio a Mitte - nel cuore della capitale tedesca - che del clima estivo ha poco o nulla.

Ma non sono solo le bizze del meteo e la presenza di un ospite d'eccezione a renderla così unica. Sono piuttosto gli echi delle barricate di Amburgo, la rabbia, la disperazione dei pacifisti, il fuoco degli incendi che sono arrivati fin qui, fino a Berlino. Fin sulle passerelle.

Un messaggio di pace semplice e toccante

Ed è il giovane stilista nepalese, Prabal Gurung, a farsi portavoce di un potente messaggio di pace chiaro e toccante, alternando a modelli di abiti lunghi, borchiati e coloratissimi, outfits minimali fatti di jeans e T-shirts che recano messaggi espliciti, espressi con semplicità, nero su bianco in stampatello, come "Break Down the Walls" (Abbattete i Muri) o "Revolution Has No Borders" e ancora " "I am an immigrant", quest'ultimo già comparso lo scorso anno, stessa occasione stessa location per il marchio Lala Berlin.

La rivoluzione si può fare in due modi - sembra dire la collezione di Prabal. Mettendo a ferro e fuoco una città e colpendo chi spesso poco o nulla ha a che fare con i mali di questo mondo - o in modo pacifico, secondo il pensiero di Gandhi. Se è vero che la nonviolenza "è antica come le montagne" – perché essa dimora nel profondo dell'animo di ogni persona ed è inscritta nel cuore della spiritualità di ogni popolo – è anche vero che il "metodo della nonviolenza" è il più giovane pensiero politico della storia.

Un pensiero che Gurung deve aver fatto suo proprio in India dove ha iniziato la sua carriera di fashion designer lavorando come apprendista per diverse produzioni locali e case di moda a mentre studiava al National Institute of Fashion Technology di Nuova Delhi.

Ovazione finale del pubblico che ha applaudito a lungo, alzandosi in piedi, commosso. Ma subito dopo l'attenzione si è spostata sull'ospite, il 27enne fascinoso frontman della band di Magdeburgo, che anche in questa - come in tante altre occasioni ufficiali - era accompagnato dall'onnipresente make-up artist ucraina Nathalie Franz, capace a quanto pare di perdonargliele tutte.

Il cantante, infatti, era stato nei giorni scorsi più volte "paparazzato" in compagnia dell'ex di Lapo Elkann, Shermine Sharivar.

Segui la nostra pagina Facebook!