Oggi 15 febbraio il principe della risata, Totò avrebbe compiuto 120 anni: un attore che ha girato oltre cento pellicole cinematografiche nella sua lunga carriera. Lo stesso Totò, durante le sue interviste con giornalisti di spicco nel corso degli anni sessanta ha sempre sottolineato il fatto che non tutti i suoi film sono riusciti in modo perfetto: come spesso accade, durante la sua carriera non è stata apprezzata la grandezza della sua maschera, per essere rivalutata dopo la sua morte.

Lo scorso anno a Napoli si è realizzato un importante evento per ricordare i cinquant'anni dalla morte di Totò, con i vestiti di scena e la collaborazione con attori di rilievo, come Aldo Fabrizi e Peppino De Filippo. Totò è l'attore più amato e apprezzato dal pubblico italiano?

La consacrazione negli anni cinquanta e la nascita di una coppia

In vari film Totò ha creato una coppia straordinaria insieme a Peppino De Filippo, ottenendo incassi al botteghino superiori alle aspettative.

Come ha sempre ricordato il grande Totò, il suo primo approdo nel mondo del Cinema avviene nel 1937, anno del suo primo ruolo da protagonista: si è definito un decano, in quanto aveva trentanove anni. La vera svolta è arrivata nel 1948 con la pellicola L'Imperatore di Capri, il primo di una lunga serie di film di straordinario successo: gli anni cinquanta rappresentano il periodo della consacrazione definitiva.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cinema

Indimenticabile è la pellicola del 1953, dal titolo Un Turco Napoletano, sempre in coppia con l'attore Mario Castellani, nei panni dell'onorevole. Nel 1954 è protagonista di Miseria E Nobiltà, un altro capolavoro della cinematografia italiana, che ha visto anche la presenza della giovane Sophia Loren. Negli anni successivi nasce la coppia [VIDEO] formata da Totò e Peppino De Filippo, insieme a giovani attori come Teddy Reno.

Nel 1956 è protagonista insieme a Peppino De Filippo della pellicola diretta da Camillo Mastrocinque intitolata La Banda Degli Onesti, in cui veste i panni di un portiere. Un altro cult è rappresentato dalla pellicola Totò, Peppino e La Malafemmina, insieme alla bellezza dell'attrice Dorian Gray e al talento del cantante Teddy Reno. Si deve notare che Antonio De Curtis ha dimostrato di essere un artista poliedrico ed unico, come dimostra il suo ruolo drammatico nel film Uccellacci e Uccellini, diretto dal regista Pierpaolo Pasolini.

Rimanete sempre aggiornati sulle notizie e anticipazioni del mondo della cultura e dello spettacolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto