gemitaiz sta vivendo un momento a dir poco intenso dal punto di vista lavorativo, non potrebbe essere altrimenti, dato che il suo ultimo album 'Davide' è uscito meno di una settimana fa, per la precisione venerdì 20 aprile 2018.

'Davide' in rampa di lancio: Gemitaiz alle prese con la stampa

Il rapper, come da prassi, in questi giorni sta quindi concedendo un gran numero di interviste e video interviste – tanto ai blog magazine di settore, quanto alle testate giornalistiche generaliste a tiratura nazionale – per parlare del suo ultimo lavoro. Nel corso di queste numerose chiacchierate con la stampa, l'autore di 'Nonostante Tutto' ha toccato i più svariati argomenti, come il rapporto con la sua città [VIDEO], la situazione attuale del panorama rap italiano, la nuova cosiddetta 'generazione trap', la sua filosofia di vita, la scena romana, le modalità di lavorazione del disco ed ovviamente i colleghi rapper italiani [VIDEO].

Gemitaiz, che in questo 'primo round' di incontri con la stampa ha già avuto modo di parlare di Noyz Narcos, Tupac, Eminem e Lil Yachty [VIDEO], ha voluto spendere buone parole per sfera ebbasta – rimarcando la positività che l'autore di 'RockStar' riesce a trasmettere ai fan grazie alla sua determinazione – durante una video intervista concessa a 'All Music Italia'.

Sfera Ebbasta e il messaggio positivo

Così facendo il rapper romano classe 1988 ha di fatto smentito alcuni rumors diffusi tra il pubblico del rap italiano, voci secondo le quali tra i due non corresse buon sangue, e ci fosse addirittura una significativa disistima umana, oltre che artistica.

Questo il pensiero di Gemitaiz sul Trap King di Cinisello Balsamo – che il primo maggio condividerà con lui il palco dello storico concertone romano – rilasciato al quarto minuto dell'intervista:

'La vita è bella, so che è una frase banale.

[...] Ma con determinazione e avendo vicino le persone giuste si può anche riuscire ad ottenere quello che si vuole: ad esempio pochi giorni fa su Instagram ho visto una foto di Sfera Ebbasta, su un jet privato, con la scritta 'eravamo poveri, niente è impossibile'. Penso che questo è verissimo, e credo che tutto ciò sia da considerare come un messaggio positivo per un ragazzino che ascolta, d'altronde quello (si riferisce a Sfera Ebbasta, ndr) era povero come te (con 'te' Gemitaiz intende l'ascoltatore). Non era diverso, non è che è nato nel jet privato, come non è che io sono nato con 50 paia di scarpe. Io considero positiva qualunque cosa che stimola passione e interesse.'

Il lato brutto della fama e le similitudini con Fabri Fibra

Parole di stima anche per un altro pezzo da novanta della scena attuale, ovvero fabri fibra, artista con il quale il rapper romano condivide il medesimo approccio, per certi versi tormentato, alla popolarità. Entrambi infatti non amano essere sempre riconosciuti in giro per la strada, e soffrono il fatto di non potersi spostare senza attirare regolarmente un manipolo di curiosi, pronti a scattare foto 'come allo zoo'.

Per questo entrambi amano passare del tempo all'estero – Los Angeles sarebbe la meta preferita di Fibra, Berlino e Parigi quelle di Gemitaiz – dove il rischio di essere riconosciuti per strada è relativamente basso.