I Queen, la storica band inglese capostipite del Glam Rock torna a rivivere al Cinema, con un lungometraggio che, dopo una lunga e travagliata gestazione, pare finalmente vedere la luce. Bohemian Rhapsody, questo il nome del nuovo Biopic, che prende nome e spirito della grande suite, che nel 1975, portò la band di Freddie Mercury e Brian May al successo mondiale, consacrando una delle più prolifiche pagine della musica contemporanea.

Il film ripercorre l'origine e l'evoluzione di una delle più straordinarie formazioni musicali della storia, analizzando le dinamiche creative e sinergiche che spinsero un giovane nativo della Tanzania, Farrouck Bulsara, alias Freddie Mercury, a ritrovarsi con un giovane curioso, proveniente dalla Working Class britannica, dal forte spirito compositivo, di nome Brian May, a dare vita alla band più provocatoria e al tempo stesso elegante dell'universo patinato inglese degli anni '70.

La band della Regina che diede vita all'Opera Rock

Una fortuna non casuale, determinata dalla grande padronanza tecnica e compositiva di May e la voce "unica" e versatile di Freddie, dotata di una carica magnetica ed evocativa, che rendeva il loro spettacolo, simile ad una vera Opera Rock.

La quadratura del cerchio magico avvenne poco più tardi dal loro incontro, con la vivacità esuberante e saggia del bassista John Deacon, a cui si deve il giro di basso più famoso della storia; ossia "Another one bites the dust" e del batterista e cantante Roger Taylor, autore della futuristica "Radio Ga Ga".

La carriera fulgida dei Queen viene scandita e accompagnata ovviamente da un ritratto molto particolare di Freddie Mercury [VIDEO], ricalcandone il carisma, la volontà trasgressiva e provocatrice e l'estrema sensibilità di un artista che ha saputo mettere (caso raro nella musica) tutti d'accordo.

Non a caso i Queen rappresentano una delle pochissime realtà musicali che, assieme a David Bowie, hanno attraversato le epoche, attingendone lo stile, le tendenze e le sonorità, per creare sempre dei grandissimi successi, dal punto vista artistico e commerciale.

Bohemian Rapsody vanta la collaborazione di tre grandi registi: Bryan Singer, Tom Hopper e Dexter Fletcher e uscirà nelle sale il prossimo 2 novembre, a 27 anni dalla scomparsa di Freddie, avvenuta il 24 novembre 1991, pochi mesi dopo l'uscita di "Innuendo"; uno dei lavori più importanti della band.

A far rivivere "the Queen" Mercury è l’attore Rami Malek, la cui origine egiziana gli diede la possibilità d'interpretare il faraone Ahkmenrah nella celebre saga Una notte al museo [VIDEO] e di Elliot Alderson nella serie tv Mr. Robot, grazie al quale si è aggiudicato un Emmy e due nomination ai Golden Globe, come miglior attore.