Dopo un anno dalla fine delle riprese, Il signore delle formiche di Gianni Amelio, arriva sul grande schermo a partire dall'8 settembre. Un film molto atteso dalla critica e dagli italiani, riguardante il caso Braibanti. Sarà presentato al alla Mostra del Cinema di Venezia tra il 31 agosto e il 10 settembre.

La trama: il caso giudiziario di Aldo Braibanti

Interpretato da Luigi Lo Cascio, Elio Germano e Sara Serraiocco, il film ripercorre il caso giudiziario del secolo: la storia del drammaturgo, scrittore, sceneggiatore, partigiano e studioso d'insetti, come le formiche, Aldo Braibanti, che fu condannato nel 1968 per un plagio di un ragazzo ma che dietro l'imputazione, si nascondeva un'accusa di omosessualità che lo costrinse a trascorrere due anni in prigione.

L'accusa era di aver soggiogato uno dei suoi allievi, Giovanni Sanfratello, per condizionarlo e portarlo verso idee antifasciste e atee che, secondo la famiglia dell'allievo, l'idea era stata dello stesso professore in conseguenza al perverso lato di Braibanti, in quanto presunto pederasta. Con l'appoggio degli artisti e degli intellettuali dell'epoca, l'accusa fu abolita del reato di plagio mentre il ragazzo fu internato in un manicomio per estirpare l’omosessualità tramite il trattamento dell'elettroshock, pratica ancora in uso usata durante quegli anni.

Gianni Amelio e il suo nuovo film

Il nuovo film di Gianni Amelio presenta un cast non indifferente, con la partecipazione di Luigi Lo Cascio, Sara Serraiocco ed Elio Germano, vincitore di vari premi come il David di Donatello nel 2021, per Hidden Away di Giorgio Diritti e La nostra vita di Daniele Luchetti, come miglior attore al Festival di Cannes nel 2010.

Presentato alla Mostra del Festival di Venezia, Gianni Amelio sarà molto probabilmente uno dei registi italiani a partecipare al festival. Il regista, già in concorso al Lido con Le chiavi di casa e vincitore del Leone d'Oro con il film Così ridevamo, ritorna sul grande schermo con questa nuova opera cinematografica con l'intenzione di dare coraggio alle persone che non hanno nessun potere e per parlare dei tempi attuali.

Volsci: una cittadina in provincia di Velletri

Le riprese del film Gianni Amelio, sono state girate a Volsci, una cittadina nella provincia di Frosinone dove il sindaco Orlando Pocci, ha espresso tutta la sua contentezza nel poter avere la possibilità di poter girare il film in questa località, postando alcune foto sui social delle riprese, avendo fatto visita sul set per un saluto al cast e ai protagonisti e con una foto finale con Luigi Lo Cascio ed Elio Germano.