Era una mattina di ottobre quando il cuore di Marco Simoncelli smise di battere a seguito di un incidente durante il Gran Premio di Malesia, e a distanza di oltre sette anni la sua mancanza si fa sentire tra la gente comune e nella sua famiglia. Aveva solo 24 anni ed una passione sfrenata per le moto, e destino ha voluto che se ne andasse proprio mentre faceva ciò che tanto amava. Il padre Paolo ancora oggi non riesce ad accettare la scomparsa del figlio e continua a ricordarlo per il suo sorriso e il suo modo di fare.

Pubblicità
Pubblicità

Il 20 gennaio avrebbe compiuto 32 anni

Purtroppo il destino ha voluto che il 23 ottobre del 2011 la sua vita si spezzasse in pista, durante il Gp di Malesia e dopo un terribile incidente che vide coinvolto anche Valentino Rossi. Il 20 gennaio avrebbe compiuto 32 anni e proprio in quella data è arrivato un regalo memorabile, visto e considerato che è stata inaugurata una struttura per ragazzi disabili. Un progetto a cui hanno lavorato Paolo Simoncelli, la moglie Rossella e la fidanzata di Marco, Kate Fretti, seguendo il sogno di Marco, che era sempre molto propenso ad aiutare le persone in difficoltà.

Paolo Simoncelli, il ricordo di Marco
Paolo Simoncelli, il ricordo di Marco

"Dopo anni difficili e di battaglie contro la burocrazia ce l'abbiamo fatta. Abbiamo fatto un bel lavoro e spero che tutto ciò possa dare un aiuto a queste persone che hanno bisogno". Parole del papà di Marco, che ha voluto sottolineare che questo progetto è tutto merito del figlio Marco.

"La struttura è stata costruita per i ragazzi di Montetauro, che Marco andava a trovare nel tentativo di dargli conforto. E' andato via in modo veloce, invece dovrebbe essere qui a festeggiare questo traguardo con noi".

Pubblicità

Un padre distrutto che ancora oggi non riesce ad accettare la morte del figlio, d'altronde, il Sic era molto amato in ogni parte del mondo e ancora oggi la sua memoria è più viva che mai.

L'opera è sviluppata su tre piani ed è presente anche un parco giochi

Il 20 gennaio la famiglia di Sic ha aperto ufficialmente Casa Marco Simoncelli, a Sant'Andrea in Besanigo, una struttura di solidarietà sviluppata su tre piani, che comprende impianti sportivi, un parco giochi e due piscine riabilitative.

Il tutto è stato realizzato per poter aiutare le persone con disabilità, tanto che all'interno sono presenti cinque camere e una cucina, con il chiaro intento di ospitare famiglie in difficoltà. Marco aveva nel cuore i ragazzi disabili e avrebbe voluto realizzare col tempo questa opera importante, intento che i familiari hanno continuato proprio in memoria del figlio, ancora oggi nel cuore di tantissime persone.

Leggi tutto e guarda il video