Anche per il 2016 lo Stato somministra un Assegno Sociale della somma di 485 euro al mese come sostegno per le persone anziane che hanno un reddito basso. Questa provvidenza economica non si basa su contributi versati, come può essere la pensione, ma permette di disporre di un sostegno qualora non si riesca a raggiungere un determinato reddito annuo. Gli interessati, per poter presentare domanda, devono necessariamente rispettare specifici requisiti e un determinato limite di reddito annuo. Nel corso di questo articolo, pertanto, chiariremo chi può presentare domanda, i requisiti necessari, i limiti reddituali e quale documentazione occorre.

Assegno Sociale 2016, requisiti e limiti reddituali

L’assegno sociale è una prestazione di carattere assistenziale che cerca di offrire un aiuto economico alle persone anziane, con reddito basso, per migliorare la qualità di vita. L’assegno consiste in un aiuto mensile di 485 euro e, per poterlo richiedere, occorre possedere una serie di requisiti specifici:

  • avere nazionalità italiana o essere cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione Europea, oppure, se extracomunitari, essere in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  • avere residenza italiana e risiedervi da almeno 10 anni;
  • avere un’età pari o maggiore di 67 anni e 7 mesi al momento della presentazione della domanda;
  • non possedere alcun reddito o disporre di un reddito inferiore al limite stabilito.

È importante ricordare che tali requisiti devono essere mantenuti per tutta la durata dell'aiuto.

I migliori video del giorno

Un altro requisito molto importante è, inoltre, il reddito annuo massimo consentito, che varia a seconda della persona se è coniugata o meno. In linea di principio, se la persona non è coniugata il reddito annuo massimo non deve oltrepassare i 5.824,91 euro per il 2016; mentre, se la persona è coniugata viene calcolato il reddito del nucleo familiare al quale appartiene che non deve superare gli 11.649,82 euro, ovvero il doppio dell’importo del richiedente non coniugato.

L’importo di tale Assegno Sociale può variare ed essere soggetto ad aumenti o riduzioni. Un aumento è previsto qualora vi siano vincoli reddituali; invece, quando il destinatario dell’assegno è ricoverato in una struttura per la cura e l’assistenza con spese a carico dell’Assistenza Sanitaria Nazionale o a carico dei familiari, l’importo verrà dimezzato rispettivamente del 50% e del 25%. In caso di morte del richiedente, l’assegno sociale non viene più erogato.

Domanda e documentazione

Il beneficiario, per ricevere l’aiuto economico, può presentare la domanda rivolgendosi direttamente agli uffici dell’Inps, accedendo al sito web Inps.it o contattando il call center al numero 803164 da rete fissa e 06164164 da rete mobile, oppure recandosi negli uffici pubblici, CAF e Patronati.

Per poter effettuare la richiesta, è necessario presentare la seguente documentazione: un’autocertificazione con tutti i dati personali, una dichiarazione dei redditi per dimostrare che non si superino i limiti massimi ammessi per questo assegno ed un’eventuale dichiarazione di ricovero in una struttura.