Potrebbe sembrare un passo indietro verso un’idea di commercio più tradizionale, la stessa che amazon ha sfatato ormai molto tempo fa. Eppure, l’idea di disporre di negozi fisici è per Amazon un modo per andare incontro ai sempre nuovi bisogni dei consumatori. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, la società sta progettando di aprire alcuni negozi dedicati ai generi alimentari: si potranno ritirare lì quelli più a lunga conservazione precedentemente ordinati online e comprarci direttamente quelli freschi.

La sfida sarebbe quella di diventare il supermercato preferito dagli americani, superando le grandi catene già affermate.

Frutta e verdura al drive-in

Frutta, verdura, carne, latte: i clienti potranno acquistarli direttamente in negozio, o magari passare a ritirarli all’uscita dal lavoro avendoli comprati prima online. Inizialmente, secondo i primi rumors, l’offerta sarebbe dedicata solo agli abbonati di Amazon Fresh (che consegna prodotti freschi a domicilio in 24 ore per 15 euro al mese in 8 città Usa e a Londra) ma successivamente potrebbe essere estesa a tutti. Il progetto comincerà con dei semplici drive-in, sempre da Seattle, per poi diventare un vero e proprio punto vendita.

Le differenze sostanziali con i negozi tradizionali saranno infatti proprio gli scaffali e i cassieri: una sorta di magazzino, non una esposizione di prodotti sarà alla base del drive-in. E al momento dell’ordine, non ci sarà un commesso a segnare tutto a penna, ma una sorta di e-commerce a cui accedere direttamente da tablet o smatphone.

I migliori video del giorno

Amazon si conferma quindi un gigante in continua espansione.

Acquisto esperienziale

L’interesse nei negozi tradizionali per Amazon è iniziato a fine 2015, con il lancio a Seattle della prima libreria fisica, e a breve ne apriranno altre quattro. Sono già operativi anche una ventina di temporary shop di elettronica, situati nei centri commerciali. Il prossimo anno potrebbero essere 100.

Dei due business, ciò che colpisce è il tipo di servizio: per acquistare prodotti tecnologici e alimentari, la maggior parte delle persone preferisce non affidarsi ancora alla rete. Complice il timore di non ricevere un prodotto soddisfacente e la voglia di guardare all’acquisto come una vera e propria esperienza: è importante poter guardare dal vivo, toccare e desiderare un telefono o un grappolo d’uva.

E poi gli americani spendono ancora 5.500 dollari in alimentari nei supermercati tradizionali, il doppio di quanto speso in media da un aderente ad Amazon Prime. Esperienza e business, questo è il segreto di Amazon.