Il black friday storicamente è il venerdì successivo al giorno del ringraziamento americano (Thanksgiving Day), che solitamente segna l'inizio dello shopping natalizio. Di tradizione americana, si è sviluppato anche in altri Stati, specie dove risiedono catene commerciali americane, come in Europa, Canada e Brasile. Negli ultimi anni ha abbracciato tutti i settori della vendita al pubblico, dalla grande distribuzione organizzata al piccolo commerciante; negli ultimi anni ha ovviamente coinvolto anche il turismo e i viaggi. Anche i portali online celebrano la giornata del black friday con sconti e promozioni.

La tradizione vuole che questo giorno sia particolarmente importante sotto l'aspetto economico, le aziende riservano particolari sconti su prodotti o servizi ed è un ottimo indicatore sui volumi di vendita in previsione delle feste natalizie.

Un grande afflusso di persone a fare shopping promette sicuramente una spesa importante per le settimane successive. In America nel black friday 2013 sono stati spesi ben più di 50 miliardi di dollari.

L'origine del nome risale al 1924, quando una catena di distribuzione organizzò una parata per celebrare l'inizio dello shopping natalizio. Ma è dagli anni 70 che esplose negli Stati Uniti e successivamente esportato nel resto del Mondo

Sconti su viaggi e voli

Gli sconti e le promozioni delle grandi catene coinvolgono anche il settore turismo, infatti verranno proposti sui maggiori portali di acquisto sconti per voli e viaggi. Alcune compagnie come Ryanair ha già cominciato la svendita dei propri voli fino ad arrivare al prezzo un dollaro, altri portali come VolaGratis, Booking e Expedia o Easyjet hanno già dato comunicazioni stampa che verranno proposti pacchetti e tagliandi a prezzi irrisori.

I migliori video del giorno

Bisogna tenere d'occhio anche gli E-commerce che propongono soggiorni e viaggi organizzati, soprattutto durante il Cyber Monday, il giorno delle promozioni dedicato specialmente agli acquisti online.

In Italia il fenomeno non è ancora esploso come in altri Paesi, come ad esempio Regno Unito e Spagna, l'invito è quindi rivolto a fare attenzione ai portali sul web.