Le Indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal sono state confermate. La multinazionale alimentare americana Kraft Heinz ha effettuato un’ offerta di fusione a unilever da 143 miliardi di dollari. Ma la proposta è stata rimandata al mittente dal gruppo anglo-olandese, perchè ritenuta inadeguata. Kraft Heinz però non si dà per vinta: “Anche se Unilever ha ritento di dover rifiutare l'offerta, continuiamo a lavorare per raggiungere un accordo sui termini di una transazione”. Cibo e sapone saranno presto sotto un'unico tetto? E' presto per dirlo, ma l'impressione è che il match sia ancora tutto da giocare.

Dalla fusione nascerebbe “un gruppo leader nel settore dei beni di consumo, con una missione di crescita a lungo termine” Kraft Heinz è il primo Gruppo alimentare americano e il secondo al mondo. Dalla fusione nascerebbe la seconda azienda per fatturato dopo Nestlè, con circa 85 milioni di dollari.

Offerta di fusione Kraft Heinz-Unilever, la reazione dei mercati

In questo momento il mercato valuta 140 miliardi di dollari il gigante che, tra le altre cose, produce il sapone Dove. Paradossalmente la capitalizzazione della società acquirente è inferiore, poco sotto 110 miliardi di dollari. Nel pre-mercato a New York Kraft Heinz ha guadagnato il 3,9%, ma poi ha incominciato a perdere terreno, mentre Unilever alla Borsa di Londra ha fatto un balzo in avanti di oltre il 10%.

Secondo le regole britanniche sulle acquisizioni, Kraft ha tempo fino al 17 marzo per presentare una nuova offerta. L’offerta ricevuta da Unilever è di 50 dollari per azione, composta da 30,23 dollari cash, il resto in azioni. L’offerta equivale a un premio del 18% sul valore della società. Fonti interne al gruppo anglo-olandese affermano che l'offerta è stata respinta, perché “non ne vediamo il valore - nè finanziario, nè strategico - per i nostri azionisti e non c'è dunque alcuna base per discussioni supplementari.

Questa offerta fondamentalmente sottovaluta Unilever”.

Per essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dell’ultim’ora, clicca su “Segui”