Il bonus luce e il bonus gas fanno parte del pacchetto introdotto dal Decreto Ministeriale 28 del dicembre 2007, chiamato bonus Energia. Come chiaro a molti, il bonus è una delle misure in aiuto a chi ha poche disponibilità economiche e chiede l'intervento dello Stato per far fronte alle spese per il mantenimento dei servizi all'interno di un'abitazione. Succede però che molti di quelli che potrebbero richiederlo non sanno come fare a presentare la domanda o addirittura non sono a conoscenza della possibilità di usufruire del bonus Energia.

Pochi usano il bonus luce e gas

Le motivazioni per le quali i possibili beneficiari non ne fanno richiesta sono state sottolineate da 'La Stampa'.

Succede infatti che per via del lungo iter burocratico [VIDEO] da ripetere ogni anno i cittadini siano scoraggiati dal presentare l'apposita richiesta, che va aggiornata in base alle variazioni economiche del richiedente. Stando ai dati formulati pare che solo il 34% di coloro che potrebbero richiedere il bonus luce ne fa richiesta mentre il dato va al 27% se si considera il bonus gas.

Il nucleo familiare che vuole fare richiesta del bonus Energia deve avere determinati requisti economici e presentarli al Comune di residenza o in uno degli uffici organizzati di proposito dal Comune, come ad esempio possono essere i CAF. Una volta portata la personale documentazione (ovvero la propria dichiarazione ISEE) basta compilare gli altri moduli con i dati che si possono trovare in bolletta.

Le nuove iniziative

Come detto però il bonus non è ancora decollato e pertanto sono arrivate una serie di nuove iniziative.

Nel dettaglio le idee sono arrivate dalle Acli provinciali di Verona e dalla Agsm che hanno cercato il modo di incentivare i cittadini [VIDEO] a far ricorso al bonus. Una vera e propria novità che ha come scopo quello di facilitare l'accesso al bonus sociale in bolletta.

L'idea è quella di redigere un vademecum informativo oltre a creare un apposito sportello presso l'Agsm Energia di Verona. Sarà proprio quest'ultimo a indicare i documenti da produrre per realizzare, su tutte la pratica ISEE. In una seconda fase verrà fissato un appuntamento con un consulente dell'ACLI che completerà ed aiuterà il richiedente nel formulare la domanda in modo corretto. Inoltre, è stato creato un apposito numero verde da contattare per avere delucidazioni in merito al bonus. Un aiuto che potrà essere sfruttato da chi vive nell'interland veronese ma che potrebbe presto essere attuato a livello nazionale.