Ogni anno, quando rientrano dalle vacanze, gli italiani a partire dal mese di settembre vengono chiamati a fare i conti con una serie di aumenti sui beni di prima necessità, ma anche sui servizi. In questi ultimi giorni, ad esempio, sono finiti al centro dell'attenzione i conti correnti, i cui rincari sono addirittura a due cifre non solo per quelli tradizionali, ma anche per quelli online che, di solito, permettono di calmierare un po' i costi.

Rincari alle stelle per i conti correnti online

Il portale SosTariffe sottolinea che la stangata sui conti correnti è generalizzata, e che i maggiori incrementi si registrano su quelli online, con un +32% rispetto al +14% di quelli tradizionali.

Quest'aumento di costi e commissioni sul web rende ancor più difficile la ricerca, da parte dei correntisti, delle soluzioni più economiche.

In particolare, per quanto concerne conti correnti tradizionali e online, i rincari sono legati all'incremento dei costi riguardanti la carta di credito e le commissioni per i prelievi di denaro dall'Atm. All'opposto, invece, sono calate le spese per bonifici e ritiri di contanti allo sportello.

Il costo attuale del conto corrente: da 43,28 a 132 euro

Considerando il costo complessivo, attualmente la spesa media annua per un conto corrente online si attesta intorno ai 43,28 euro, con un aumento del 32,30%.

Invece il rialzo di quello classico - con operatività libera tanto online quanto allo sportello - si attesta a +14%, con un costo medio pari a ben 132 euro annui.

L'Internet banking, quindi, resta conveniente rispetto ai conti correnti con operatività mista, anche se nel confronto con lo scorso anno si pagherà di più. A tal proposito Wall Street Italia evidenzia come le spese più alte da sostenere per i conti correnti web riguardino maggiormente le coppie, seguite da nuclei familiari e single.

Linee guida generali per risparmiare sui conti correnti

Tenendo conto di quanto riportato in precedenza, per provare a risparmiare sui conti correnti online e tradizionali si possono seguire delle linee guida generali:

  • Preferire l'operatività su ATM rispetto a quella allo sportello;
  • limitare l'uso degli assegni;
  • rinunciare alla carta di credito, optando sempre per i pagamenti con Bancomat. In tal modo le spese annuali per il conto corrente tendono a ridursi;
  • preferire alla carta di credito con plafond quella ricaricabile;
  • scegliere l'operatività online e/o al telefono rispetto a quella su ATM e sportelli bancari fisici;
  • evitare prelievi di denaro da ATM di altre banche;
  • preferire i bonifici online rispetto a quelli disposti allo sportello.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto