Ancora disponibili quasi 9 milioni di euro da assegnare agli aventi diritto del Bonus Genitori per l’anno 2016. Lo comunica il sito dell’Inps, che riepiloga anche chi sono i lavoratori e le aziende che possono usufruire dell’incentivo, rivolto ai soggetti imprenditoriali per agevolare l’assunzione di giovani genitori.

Quali sono i lavoratori che hanno diritto al Bonus Genitori 2016

Hanno diritto al Bonus Genitori di 5000 euro quei lavoratori con un età pari o inferiore a 35 anni, con almeno un figlio a carico di età inferiore ai 18 anni e che risultano iscritti alla Banca dati Giovani Genitori dell’Inps.

Per potersi iscrivere alla Banca dati è necessario che il lavoratore sia in possesso di uno dei seguenti contratti di lavoro:

  • tempo determinato;
  • occasionale;
  • interinale;
  • collaborazione coordinata continuativa (co.co.co) o a progetto (co.co.pro.).

In caso di disoccupazione, è necessario che l’iscrizione al Centro dell’Impiego sia avvenuta a seguito della cessazione di uno dei contratti di lavoro precario sopra citati.

L’iscrizione alla Banca dati Giovani Genitori può essere effettuata on line sul sito dell’Inps o usufruendo dei servizi di un patronato.

Le aziende che possono avere il Bonus Genitori 2016

Per quanto riguarda le aziende che intendono usufruire del Bonus Genitori di 5000 euro, è necessario che queste siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere in regola con il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC);
  • non aver effettuato, nei sei mesi precedenti, licenziamenti per riduzione del personale;
  • non aver richiesto riduzione dell’orario di lavoro per ristrutturazioni e crisi aziendale.

Ogni azienda può richiedere il Bonus Genitori Inps fino a un massimo di 5 lavoratori.

Dopo aver verificato l’esistenza dei requisiti necessari per la richiesta del Bonus Genitori (l’elenco dei lavoratori iscritti alla Banca dati Giovani Genitori è disponibile on line sul sito dell’Inps), l’azienda potrà richiedere l’incentivo al momento dell’invio della Comunicazione Obbligatoria con la quale comunica all’Inps l’avvenuta assunzione a tempo indeterminato del lavoratore iscritto nella Banca dati Giovani Genitori.

L’incentivo di 5000 euro sarà erogato mensilmente dall’Inps all’azienda sotto forma sgravio contributivo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!