Il decreto del bonus da 500 euro Miur per i docenti della Scuola il 19 ottobre 2015 è uscito in Gazzetta Ufficiale. Alcuni giorni fa ne avevamo anticipato i contenuti, ovvero chi erano i destinatari e come andava utilizzato. Oggi ci concentriamo su alcuni dettagli che possiamo leggere nel decreto ufficiale. Per ulteriori dettagli bisognerà rifarsi alla nota promessa dal Miur.

Decreto Bonus da 500 euro docenti: destinatari e modo d'uso

I destinatari del bonus da 500 euro Miur sono tutti i docenti di ruolo della scuola pubblica, compresi coloro che si trovano in periodo di formazione e prova.

Sono le istituzioni scolastiche a comunicare entro il 30 settembre di ogni anno al Miur l'elenco dei docenti di ruolo e le eventuali variazioni di stato giuridico. Chi è stato sospeso per motivi disciplinari non può utilizzare la somma. Se lo ha già fatto, la somma verrà recuperata. Le somme non utilizzate dai docenti nell'anno corrente, restano a loro disposizione per l'anno successivo. Le modalità d'uso consentite sono quelle previste dalla legge 107/2015. Il Miur sottolinea la possibilità di sottoscrivere convenzioni finalizzate al suo utilizzo con operatori pubblici e privati (punto messo sotto accusa dai docenti stessi).

Il bonus è provvisorio per l'a.s. 2015/16, mentre dal prossimo anno sarà disponibile la Card nominativa.

La rendicontazione dei 500 euro del Miur

I 500 euro per i docenti sono soggetti a rendicontazione. Tutti i beneficiari del bonus dovranno presentarla agli Uffici amministrativi dell'Istituzione scolastica di appartenenza entro il 31 agosto 2016. Se la documentazione non dovesse risultare completa o conforme all'uso stabilito dalla legge o presentata in ritardo, la somma verrà recuperata con l'erogazione dell'anno successivo.

La somma verrà erogata entro il mese di ottobre 2015 per tutti gli assunti entro il primo settembre 2015 ed entro 20 giorni dalla trasmissione dell'elenco dei docenti neo-immessi in ruolo al sistema NOIPA per tutti gli altri. Per restare aggiornato sul mondo della scuola e le sue notizie, clicca il tasto Segui in alto vicino al titolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!