Il concorso Scuola 2016 del Miur dovrebbe partire entro questa primavera e già sul web circola la bozza del decreto in merito alle prove e alla valutazione titoli, di cui è già stata data anticipazione nei giorni scorsi. Le indiscrezioni fornite sono state confermate, anche se trattandosi di una bozza, ricordiamo che è suscettibile di modifiche fino alla completa approvazione. A pubblicare le anticipazioni è stato il sito Orizzonte Scuola. Per leggere la bozza sulle prove potete recarvi alla loro pagina: http://banner.orizzontescuola.it/bozza_prove.pdf .

Di seguito facciamo un riassunto del contenuto.

Prove concorso scuola 2016 Miur, posti comuni e sostegno: saranno così

Le prove del concorso scuola 2016, come anticipato, saranno due: la prova scritta e la prova orale (per alcune classi di concorso vi sarà anche quella laboratoriale). Nessun test preliminare per nessun ordine di scuola. La prova scritta per i posti comuni avrà la durata di 150 minuti e consiste in 8 domande computer based a risposta aperta, di cui due saranno in lingua straniera (il livello di conoscenza di lingua richiesto è l'inglese di livello B2).

Il punteggio massimo che si può ottenere con questa prova è di 40 punti. La prova di laboratorio riguarda solo le materie che la prevedono. Chi la affronta vedrà assegnarsi un massimo di 30 punti per la prova scritta e 10 per questa. La prova orale avrà la durata di 45 minuti, suddivisi così: 35 minuti per effettuare una simulazione in classe e 10 minuti impiegati per un colloquio sugli argomenti del concorso, compresa la lingua straniera che il candidato ha scelto.

Che dire del concorso dedicato ai docenti di sostegno? Le prova scritta sarà composta da otto domande a riposta aperta che riguardano le metodologie didattiche da applicare alle varie tipologie di sostegno. Il punteggio massimo che si può ottenere con questa prova è di 40 punti. La prova orale servirà alla valutazione delle competenze del candidato in attività di sostegno all'alunno disabile volte all'apprendimento della lezione curricolare e alla capacità di trasmissione e progettazione didattica.

Resta aggiornato sulla scuola e il concorso cliccando il tasto Segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!