Con l'anno nuovo sono arrivati importanti cambiamenti per quanto riguardo gli strumenti e le politiche di welfare e lavoro: una delle novità più rilevanti riguarda la cosiddetta Asdi 2016, un nuovo sussidio destinato a chi risulta senza lavoro e possiede un reddito Isee che non supera i 5000 euro, oppure si trova in prossimità della data di pensionamento. Ad istituire il nuovo strumento di sostegno è stato il Dl attuativo numero 183 del 2014, poi reso definitivo anche per il quadrienno 2016 - 2018.

Nella pratica questo nuovo assegno di disoccupazione potrà essere utilizzato per 6 mensilità, in coincidenza con il termine della fruizione della Naspi (l'importo complessivo erogato sarà di circa 3/4 rispetto all'ultimo assegno di cui si è beneficiato). Per poter fruiredel trattamento bisognerà però avere raggiunto almeno i 55 anni, oppure avere un figlio minorenne a carico (oltre al requisito Isee già espresso in precedenza).

Disoccupazione: come funziona l'assegno dell'Asdi

Stante la situazione, una volta verificati i requisiti si potrà beneficiare di un assegno per un periodo non superiore allesei mensilità.

L'importo massimo per il singolo corrisponde a 448.07 euro, mentre se si possiedono figli a carico quest'ultima cifra sarà aumentata rispettivamente di 89.7 euro con un figlio, 116.60 con due figli, 140.80 euro con tre figli e 163.30 euro con almeno quattro figli presenti all'interno dello stesso nucleo familiare. La domanda Asdi deve essere inoltrata in forma telematica presso l'Inps entro trenta giorni dalla fine della Naspi, mentre i fondi esistenti per il 2016 garantiscono l'accettazione delle domande in ordine cronologico di ricezione per un plafond complessivo di poso inferiore ai200 milioni di euro.

L'erogazione del sussidio resta legata al profilo occupazionale del soggetto, che pertanto dovrà seguire il percorso di riqualificazione personalizzato previsto dai criteri di legge.

Come da nostra abitudine, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un nuovo commento in merito a questo nuovo sussidio di disoccupazione. Mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento su pensioni e welfare vi ricordiamo di cliccare il tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo.

Segui la nostra pagina Facebook!