Dopo avervi enunciato il bando di concorso da parte dell'Inps, eccoci nuovamente qui per informarvi sul piano di legge decretato dal Governo nei confronti dei lavoratori assenteisti. Idipendenti pubblici che timbrano il cartellino e in seguito lasciano la propria postazione di lavoro, verranno sollevati da ogni incarico lavorativo nel corso di 48 ore e, contemporaneamente, verrà avviato l'iter per il licenziamento.

Dipendenti assenteisti saranno licenziati in 48 ore

Il piano del Governo italiano è quello di rendere veramente fattibile l'allontanamento deidipendenti pubblici che compiono un'infrazione ai danni della Pubblica Amministrazione. Inoltre, lo stesso dirigente sarà tenuto ad intervenire perché in caso contrario sarà lui stesso a rischiare il licenziamento. In poche parole, l'assenteismo diverrà un reato penalizzabile, ma c'è dell'altro.La Corte dei Conti in tutto questo procedimentoricoprirà un ruolo rilevante, dato che l'ipotizzabile danno risulterà essere anche fiscale.

Peraltro, in base alle informazioni raccolte dal Ministero della Pubblica Amministrazione, ogni anno sono all'incirca settemila le misure disciplinari attuate e solamente 200 si concludono con l'allontanamento dei responsabili. Questo fa comprendere come il licenziamento nel pubblico impiego per condotte illegittime sia difficilissimo da mettere in atto, per l'innegabile caoticità delle normative e per i convenzionalismi che dominano sulla sostanza.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pubblica Amministrazione Matteo Renzi

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi precisa che la PAdovrà essere unmodello per ognuno di noi, inoltre, aggiunge che lo Stato dovrà in ogni caso essere vicino ai propri cittadini. Qual è il vostro pensiero sul piano del Governo? Anche per oggi abbiamo concluso questo servizio online, tuttavia, vi suggeriamo di continuare a seguirci per rimanere costantemente informati e aggiornati su ciò che accadde nel mondo del lavoro nell'anno 2016, diverrà fondamentale cliccare sul pulsante 'Segui' in alto a destra a fianco al nominativo dell'autore.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto