Leultime notizie sulle pensionici dicono che la Corte Costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi ancora una volta su qualcosa relativa alla legge Fornero, ma questa volta sulla legittimità del rimborso parziale decretato dal governo del premier Matteo Renzi nell'estate 2015. Tutto ciò a seguito di un ricorso presentato da un pensionato di Palermo contro il denominato Bonus Poletti.

Bonus Poletti ancora sotto la lente della Giustizia

Difatti la sezione Lavoro del Tribunale di Palermo ha disposto la trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale, accogliendo il ricorso affermando ilprincipio diincostituzionalitàdel decreto n.

65 del 2015. Decreto, lo ricordiamo, che aveva previsto solo rimborsi parziali ai pensionati "vittime" dell'indicizzazione delle pensionibloccata dalla legge Fornero, proprio perché nello scorso mese di aprile la Consulta aveva bocciato la stessa riforma proprio sulla parte in cui veniva previsto il blocco dell’adeguamento degliassegni pensionisticial costo della vita. Ora la stessa Consulta deve tornare sulla tormentata questione per stabilire se il decreto emanato dal Governo Renzi circa la corresponsione dirimborsi solo parzialiè conforme o meno alla Carta Costituzionale.

Il ricorso dei pensionati costringerà Renzi a ridare la pensione piena?

Al momento, i pensionatiche nei mesi scorsi hanno presentato ricorso per ciò che attiene la questione e che si sono rivolti agli studi legali dei sindacati, sono circa una sessantina. A tal proposito il segretario della Fnp Cisl Palermo-Trapani, Mimmo Di Matteo, afferma che il Tribunale di Palermo rinviando alla Consulta il tema rimborsi ed il decreto Renzi che lo disciplina, intende far chiarezza augurandosi che i giudici costituzionali ribadiscano l’incostituzionalità del decreto del Governosulblocco delle Pensioni. Ricordiamo che si tratta dei rimborsi per gli assegni pensionistici il cui importo lordo va da 3 volte i minimi ad un massimo di 6.

Numerosi sono stati i dubbi, oltre che forti polemiche, sollevati da più parti circa il decreto del Governo Renzi sulla incompleta applicazione della sentenza di incostituzionalità della Consulta, subito dopo e nei mesi a seguire sia per la modesta cifra del rimborso sia perchè esclusivamente riservato aisoggetti che non riscuotono un vitalizio pensionistico più di 6 volte il minimo.Adesso ci si apetta giustizia dalla Consulta.

Il governo del premier Matteo Renzi troverà anche questa volta un espediente per non rispettare la sentenza dell'Alta Corte?

Seguiteci, vi terremo aggiornati.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!