Continua a far discuterela dialettica in corso sorta tra l'Italia e l'Ue riguardo il tema della flessibilità, mentre in Parlamento si cerca di avviare dei meccanismi correttivi di uscita anticipata dal lavoro. "Ho apprezzato la combattività di Renzi in quello che è stato definito il duello con Juncker" ha spiegato il Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano, sottolineando che sul nodo le aspettative sono molto alte non solo per i provvedimenti in corso di sviluppo ma anche per il senso di rispetto verso il nostro Paese. Per l'esponente della minoranza Dem, è arrivato il momento di avere lo stesso atteggiamento verso il comparto previdenziale, agendo in modo da garantire la flessibilità del sistema pensionistico pubblico.

"Se è finito il tempo in cui l'Italia andava con il cappello in mano, questo deve aiutarci a superare anche il timore di mettere in discussione una riforma delle Pensioni che la troika ci ha imposto nel 2011".

Pensioni anticipate, correggere la riforma Monti - Fornero per flessibilizzare il sistema

Stante la situazione, dalla Commissione lavoro della Camera si sottolinea come sia possibile intervenire sulla riforma Monti - Fornero senza per questo stravolgere i conti dell'Inps o cancellare tutto il pregresso. L'idea è quella di "introdurre un criterio di gradualità". Infatti, ilpunto risulta proprio l'elemento deficitario nell'azione portata avanti durante il 2011, quando sono stati improvvisamente irrigiditi tanto i criteri anagrafici quanto quelli contributivi di accesso all'Inps.

Sulla questione l'On. Damiano spiega di voler continuare la battaglia fino a quando non si arriverà ad una soluzione definitiva per i lavoratori in età avanzata: "non ci arrendiamo e non accettiamo un futuro fatto di lavoratori quasi settantenni ancora in attività per mantenere a casa disoccupati, i propri figli e i nipoti".

Una situazione che viene definita come "assurda" e "ingiusta", mentre con il blocco del turn over si vanno contemporaneamente a penalizzare anche le giovani generazioni.

Come da prassi, restiamo a disposizione qualora desideriate condividere con gli altri lettori del sito le vostre idee e opinioni in merito alle vicende che vi abbiamo riportato nell'articolo tramite l'inserimento di un nuovo commento. Mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sul tema della previdenza vi ricordiamo di utilizzare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo.