Concorso 2016, ovvero 'è inutile suonare qui non vi ascolterà nessuno'. Inutile fare riferimento ai prossimi 300.000 pensionamenti previsti nella Scuola per i prossimi tre anni, perchè questo concorso che, tra l'altro, deve ancora vedere la luce ufficialmente, non piace proprio a nessuno.

Tutti gli insegnanti abilitati, o quasi, si stanno mobilitando per dire NO ai troppi cambiamenti che ha subito l'iter dell'insegnamento, riforma dopo riforma: il NO dei docenti abilitati si traduce in una sola parola, ricorso.

TFA, PAS, insegnanti scuola Infanzia ultime notizie: pronti i ricorsi contro il concorso 2016

Ricorreranno gli abilitati del TFA, già penalizzati nel 2012 quando vennero esclusi nel 2012 dalla partecipazione all'ultimo concorsone Profumo, proprio mentre loro stavano iniziando il primo ciclo, spendendo tremila euro e un anno di studi. Molti di loro parteciparono lo stesso, e alla fine vinsero concorso e ricorso.

Non vogliono il concorso nemmeno i PAS perchè per loro ha parlato la sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea: chi ha più di 36 mesi ha diritto all'immissione in ruolo, in quanto Bruxelles ha bocciato l'abuso dei contratti a termine.

Lo Stato ha cercato di evitare la sanzione con il piano assunzionale straordinario indetto la scorsa estate, allo scopo di esaurire le GaE: molti dei Pas hanno fatto ricorso per entrare nelle Graduatorie ad Esaurimento ed evitare il concorso.

Faranno ricorso anche i circa duemila insegnanti della scuola dell'infanzia, vincitori di concorso ma non ancora stabilizzati in attesa di un progetto 0-6 anni di cui ancora non si sa nulla o quasi.

Per questi insegnanti, il Miur ha riservato la 'beffa' dei 'zero posti' nell'ultimo piano assunzionale ma soprattutto la cancellazione delle vecchie graduatorie di merito stabilita con la legge 107 insieme all'arrivo del nuovo concorso.

Scuola, concorso 2016: ricorso anche per gli insegnanti non abilitati

Ricorsi in arrivo dai soli docenti abilitati? Nossignore, perchè anche gli insegnanti non abilitati e gli Insegnanti tecnico pratici (ITP) si stanno muovendo alla luce di quanto espresso nei giorni scorsi dal CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione) in sede di controllo delle bozze: il CSPI ha sottolineato come il fatto di bandire un concorso riservato ai soli docenti abilitati potrebbe costituire 'fonte di contenzioso'.

Per non parlare del fatto che la definizione delle nuove classi di concorso va a scontrarsi con le materie riguardanti le abilitazioni: per esempio, ci sono dei docenti abilitati in elettronica che saranno costretti a concorrere nella nuova classe che include anche elettrotecnica e quindi a studiare un programma nuovo...

Segui la nostra pagina Facebook!